Parcheggio, ZTL e bollo gratuito grazie alla mobilità elettrica

È nata la partnership tra Enel e ALD per promuovere e diffondere la mobilità elettrica, con nuove offerte che riguardano ricarica, noleggio e car sharing. Tra le novità c'è anche la possibilità di accedere gratis alle ZTL di molte città, il parcheggio libero nelle strisce blu e il bollo gratuito

14088412 1777715065807942 8121407057389813357 N
27 Maggio Mag 2017 0830 27 maggio 2017 27 Maggio 2017 - 08:30
Osservatorio Non Food 2017

Enel e ALD Automotive Italia si sono finalmente strette la mano per un accordo di partnership che promuove la diffusione della mobilità elettrica, con una serie di offerte che combinano la guida dei veicoli elettrici con la possibilità di utilizzare le infrastrutture di ricarica. Il progetto è composto da tre pacchetti pensati per rispondere alle esigenze di un pubblico vasto, dalle grandi realtà corporate alle Pmi, dai professionisti alle partite IVA, fino ai clienti privati.

Il primo è E-Go Ricaricar, che abbina la mobilità elettrica a Ricaricar, l’innovativa soluzione pay per use per pagare solo per i chilometri effettivamente fatti. Il cliente sceglie il veicolo elettrico e i chilometri, ricaricando ogni volta che vuole quelli necessari grazie all’app e al sito dedicato. Il secondo, E-Go Noleggio a Lungo Termine, combina i vantaggi del noleggio a lungo termine con quelli di un veicolo elettrico. E-Go Car sharing, infine, è pensato per offrire un servizio di corporate car sharing a zero emissioni.

«La mobilità elettrica è ormai un’alternativa valida soprattutto per chi vuole spostarsi in maniera sostenibile e non più uno strumento a disposizione di pochi appassionati. Proprio per questo, Enel è stata la prima azienda nel mondo delle utilities a definire accordi con le maggiori case automobilistiche per lo sviluppo di auto elettriche in edizioni speciali – afferma Nicola Lanzetta, responsabile mercato italiano di Enel. «L’accordo con ALD ci permette di proseguire il percorso arricchendo la gamma di servizi studiati appositamente per rispondere alle esigenze di diverse tipologie di clienti, dai privati alle Pmi, fino ad arrivare alle grandi aziende».

Con un unico canone mensile i privati potranno avere la E-Go Ricaricar, che permette di scegliere il modello di auto elettrica preferito e avere l’installazione nel proprio garage di una box station per la ricarica domestica, pagando solo i chilometri effettuati in modalità pay per use

Con la collaborazione tra Enel e ALD per la prima volta vengono offerte soluzioni specifiche ai bisogni di diverse tipologie di clienti. Ad esempio, con un unico canone mensile i privati potranno avere la E-Go Ricaricar, che permette di scegliere il modello di auto elettrica preferito e avere l’installazione nel proprio garage di una box station per la ricarica domestica, pagando solo i chilometri effettuati in modalità pay per use.

Allo stesso modo una piccola impresa ha la possibilità di integrare le soluzioni E-Go Noleggio a Lungo Termine e E-Go Ricaricar, differenziandole ad esempio per modelli e percorrenze, utilizzando la propria infrastruttura di ricarica ("pole station") compresa nell’offerta, per entrambe le tipologie di servizio. Per le aziende di maggiori dimensioni, invece, E-Go Car Sharing permette di dotarsi di un parco auto elettrico in modalità car sharing, con stazioni di ricarica dedicate presso la propria sede.

Ma c'è dell'altro. Chi si mette alla guida di un veicolo elettrico ha infatti l’accesso gratis alle ZTL di molte città, il parcheggio libero nelle strisce blu e il bollo gratuito. Inoltre la app dedicata (My E-go) permette, tra le altre cose, di localizzare le colonnine di ricarica, monitorare le percorrenze e gestire i veicoli in car sharing.

«L’ambizione che ci muove tutti i giorni – dichiara Andrea Badolati, amministratore delegato di ALD Automotive Italia – è quella di disegnare nuovi confini per il mercato della mobilità, offrendo così soluzioni positive per la vita reale delle persone. Oggi la partnership con Enel ne rappresenta bene una delle prospettive più innovative: vogliamo infatti contribuire alla costruzione e diffusione sul territorio di un nuovo modello di mobilità, che favorisca una reale evoluzione del tessuto socio-economico del nostro Paese e un cambiamento in ottica sostenibilità ambientale. Affrontiamo questo lancio con grande fiducia, e con la volontà e la capacità di sviluppare questo programma su larga scala».

Potrebbe interessarti anche