Nelle mani delle banche centrali una mongolfiera in preda ai venti

Il lavoro dei banchieri centrali non è affatto semplice e per i prossimi due anni sarà un tema da monitorare con ancora più attenzione del solito. Come nel caso delle mongolfiere solo il vento può indirizzare la direzione, l’importante è riuscire ad atterrare con dolcezza

Mongolfiere

L’Hot Air Balloon Festival di Monroe, Wisconsin (Usa)

DARREN HAUCK / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

19 Giugno Giu 2017 1318 19 giugno 2017 19 Giugno 2017 - 13:18
WebSim News

Sono passati quasi 250 anni da quello che è ancora ricordato come il giorno più importante della storia dell’aviazione. Il 17 settembre 1783, davanti agli occhi del Re di Francia e della Regina Maria Antonietta e di oltre 1200 francesi il primo pallone aerostatico, progettato dai fratelli Montgolfier, si sollevò dalla piazza di Annonay tra lo stupore dei numerosi presenti. Della mongolfiera quello che colpisce è in particolare il fatto che si tratti di un sistema di controllo indiretto, che attraverso il movimento di certe leve prova a generare un risultato.

È un po’ la stessa ragione per cui la politica monetaria è così affascinante. Il compito delle banche centrali è quello di influenzare con le loro mosse l’ecosistema economico al fine di controllare l’inflazione. Le loro decisioni si trasmettono in un tessuto di relazioni vivo e in movimento. Il loro compito non è quello di controllare la direzione dell’economia, ma di governarne l’andamento e l’umore per far sì che le transizioni siano ordinate.

Questa settimana i vertici di tre delle quattro banche centrali hanno avuto i loro incontri e il dubbio che in generale è nella testa dei banchieri centrali è quanto robusta la crescita globale sarà nel prossimo futuro. Viviamo in un periodo di transizione in cui l’onda lunga della crisi si sta ritirando, lasciando spiaggiati i detriti della politica monetaria che l’hanno accompagnata. In questo momento il lavoro dei banchieri centrali non è affatto semplice (...)

Continua a leggere su Moneyfarm

Non è tanto in dubbio il fatto che la fase espansiva stia per volgere al termine, ma la vera domanda riguarda le tempistiche di questo processo

Potrebbe interessarti anche