Lavoro

Non tutte le aziende sono uguali: ecco quelle che si comportano meglio con i giovani

La “Repubblica degli Stagisti” come ogni anno premia le aziende migliori per svolgere uno stage. Da quest’anno anche un premio per l’alternanza scuola-lavoro e l’attenzione alle donne lavoratrici

Premiazione EY Awards 2017

I manager di EY, tra i premiati dalla Repubblica degli Stagisti

21 Giugno Giu 2017 1008 21 giugno 2017 21 Giugno 2017 - 10:08

Sono i posti migliori in cui scegliere di fare uno stage. Anche quest'anno la Repubblica degli Stagisti ha premiato con il bollino “Best Stage” le aziende che si sono particolarmente distinte per alcuni aspetti della loro policy verso i giovani.

L'AwaRdS per il “miglior rimborso spese” è andato quest'anno a due aziende: Everis, che offre ai suoi stagisti una indennità mensile di 1.000 euro al mese oltre a buoni pasto e notebook aziendale; e a Varvel, che invece ha scelto di differenziare l'emolumento e offre 400 euro per studenti delle scuole superiori, 800 euro per diplomati e studenti universitari, 1.000 euro per laureati, 1.200 per chi ha diploma di master e in più per tutti mensa aziendale gratuita. «È interessante notare che siano aziende molto diverse per taglia, Varvel ha 120 dipendenti, Everis quasi 700», ha spiegato Eleonora Voltolina, direttrice della Repubblica degli Stagisti. «A riprova del fatto che si possono predisporre buone policy a favore degli stagisti indipendentemente da quanto si è grandi».

L'AwaRDS per il “miglior tasso di assunzione post stage”, conferito alle aziende che hanno superato il 90% di assunzioni post stage nel 2016, quest'anno va a Bip, Everis, EY, Mars, Marsh, Spindox, Dpv e Reti. «Nel 2014 a raggiungere questo tasso così alto era stata una sola azienda, Everis: quest'anno sono otto!», ha fatto notare Voltolina.

Ma non solo con lo stage vengono inseriti gli under 30. E l'AwaRDS per la “miglior performance di assunzioni dirette di giovani” premia quell'azienda che accanto al canale dello stage ha utilizzato di più anche le assunzioni senza il passaggio intermedio del tirocinio. Vincono il premio EY e Mars, che hanno realizzato la miglior performance di nuovi ingressi “extra stage” in proporzione al numero di dipendenti. EY nel 2016 ha assunto 480 giovani (su quasi 3.700 dipendenti), mentre Mars ne ha assunti 22 (su 210).

La Repubblica degli Stagisti conferisce anche l'AwaRdS “speciale Pmi”, dedicato alle aziende più piccole, aggiudicato quest’anno dalla società di consulenza Lattanzio, che ai suoi stagisti (16 l'anno scorso) offre una indennità di 500 euro al mese. Ha un tasso di assunzione pari al 38% e inserisce giovani anche senza passare per lo stage: nel 2016 ne ha assunti 13, di cui 4 direttamente con contratto a tempo indeterminato.

C'è poi un AwaRdS speciale “Candidati RdS”, che viene attribuito alle aziende che ricevono il “voto” più alto dai lettori della Repubblica degli Stagisti, che come una sorta di “tripadvisor” possono dare un giudizio sulle aziende presso cui hanno fatto un colloquio di lavoro. Il pubblico della RdS ha scelto quest'anno Ferrero e Contactlab, capaci di costruire un rapporto di fiducia e rispetto con i propri candidati.

Torna anche l'AwaRDS Speciale Lavoro Agile: un premio che la Repubblica degli Stagisti ha istituito insieme al Comune di Milano per valorizzare le nuove modalità di lavoro che permettono di conciliare i tempi di vita con quelli del lavoro. Cefriel, Contactlab, Mars e Nestlé hanno vinto quest'anno: «La Giornata del lavoro agile nel 2017 ha avuto un upgrade, ed è diventata la “Settimana” del lavoro agile» ha sottolineato l'assessora Cristina Tajani nel premiare le aziende.

Due gli AwaRdS nuovi. Uno è legato al focus specifico dell'evento Best Stage di quest'anno sull'occupazione femminile. Si chiama “AwaRdS speciale Donne al lavoro RdS + Maam”: la Repubblica degli Stagisti lo ha ideato insieme a Maam – Maternity as a master. Bosch, Danone ed EY le aziende vincitrici. In particolare EY ha introdotto alla fine del 2016 la policy Mamme@EY, che bilancia le esigenze di mamme e professioniste in azienda attraverso iniziative di work/life balance e supporti economici nei primi mesi di vita del bambino. Già da qualche anno è invece attiva in Bosch una iniziativa per le donne chiamata Women@ Bosch, che permette alle studentesse di ingegneria di trascorrere una giornata in azienda, confrontandosi con manager e professioniste del gruppo. Danone infine ha un’iniziativa specifica per le donne chiamata “Baby Decalogo”, dieci regole d’oro a supporto della genitorialità nel percorso che precede e segue la nascita di un bambino. Ha inoltre aumentato dal 30 al 60% la retribuzione per la maternità facoltativa e da 2 a 10 giorni il congedo di paternità retribuito, e sviluppato un accordo ad hoc con Federmanager incentrato sulla leadership femminile.

Infine, l'altro nuovo premio è dedicato alle aziende che hanno brillato per il loro impegno nell' “alternanza scuola-lavoro”. Si tratta di Nestlé e Bosch, non a caso premiate negli anni scorsi con l'AwaRdS “speciale Youth Employment”, rispettivamente per i progetti “Nestlé needs Youth” e “Allenarsi per il futuro”: in particolare Bosch ha ospitato 467 studenti in alternanza, e Nestlé 150.

I profili delle aziende premiate, e di tutte le altre che fanno al momento parte dell'RdS network, sono disponibili sul sito www.repubblicadeglistagisti.it e nella nuova guida Best Stage 2017, appena pubblicata, scaricabile gratuitamente dal sito. L'edizione 2016 è stata scaricata da 40mila utenti.

Potrebbe interessarti anche