Tre consigli utili per sconfiggere la distrazione del lettore

Come negli articoli, anche nelle mail il senso della notizia è fondamentale: ecco perché dobbiamo andare subito dritti al punto. Se le cose importanti le scriviamo alla fine, nessuno le leggerà mai

Simpson
3 Luglio Lug 2017 0920 03 luglio 2017 3 Luglio 2017 - 09:20
WebSim News

Leggi tutto questo articolo: troverai tre consigli utili per scrivere mail più efficaci, aumentando la probabilità che vengano lette.

Pensiamo a come è costruita una notizia su un giornale, on line come off line.

Il titolo: serve ad attirare l’attenzione e causa una prima brutale, spesso ingiusta, selezione. Ma tant’è. Lo stesso accade con le tue mail. Se l’oggetto non è accattivante o non richiama con forza l’attenzione del tuo destinatario, che ne riceve almeno 100 al giorno, non otterrà l’effetto né di essere letta per prima, né tra quelle prioritarie.
A dire il vero, oltre all’apertura, sarebbe importante sondare quale livello di attenzione le verrà dedicato.

Il sottotitolo o sommario: ti informo di che cosa si tratta, una sorta di mini abstract che fa capire l’utilità della lettura dell’articolo. Lo stesso accade con l’incipit della tua mail. O il tuo lettore capisce quale vantaggio otterrà nel leggerla (o svantaggio nel non farlo), oppure le tue possibilità di interessarlo crolleranno ulteriormente.

Il primo paragrafo o attacco: i giornalisti sanno bene che qui si giocano davvero tutto.
Il titolo e il sottotitolo hanno fatto il loro lavoro, ma se nel primo paragrafo non ti do subito un senso di valore importante e non arrivo al sodo, perderti, caro lettore, sarà un attimo. Se scrivi una mail, arriva subito al sodo e scrivi ciò che è importante. Se aspetti la fine per comunicare l’informazione più rilevante, sappi che statisticamente la percentuale di coloro che leggono per intero un messaggio (e un articolo) è bassissima.

Siamo tutti oramai skim reader, allenati a muovere, e anche svogliatamente, gli occhi su un foglio e su uno schermo. Necessariamente si perde del contenuto. Ecco perché serve comunicare tutto subito, prima che il lettore si distragga

Siamo tutti oramai skim reader, allenati a muovere, e anche svogliatamente, gli occhi su un foglio e su uno schermo. Necessariamente si perde del contenuto.

Cattura il tuo lettore fin da subito, arrivando al sodo e dandogli un motivo per leggerti.

Magari non lo avrai conquistato al 100%, ma aumenterai esponenzialmente le possibilità di farlo.

Potrebbe interessarti anche