Non riesci a dormire? Ecco dei consigli per un ottimo riposo

L'insonnia è un problema che riguarda sempre più persone. Dormire è fondamentale per combattere l'invecchiamento fisico e cognitivo, per renderci meno emotivamente instabili. Ecco una serie di pratici consigli per un riposo migliore

Baby Sleeping 2073290 1920

Pixabay

12 Luglio Lug 2017 1520 12 luglio 2017 12 Luglio 2017 - 15:20
Tendenze Online

Se fai fatica ad addormentarti, oppure ti svegli nel cuore della notte o molto prima che suoni la sveglia e non riesci a riprendere sonno, consolati perché non sei solo: i disturbi del sonno sono sempre più diffusi tanto che, secondo un sondaggio Eurodap (Associazione Europea Disturbi da Attacchi di Panico) del 2016, sono 9 i milioni di italiani che soffrono di insonnia cronica, e quasi metà della popolazione soffre di insonnia acuta o transitoria.

Il sonno è un bisogno vitale, ci protegge dall’invecchiamento fisico e cognitivo e dormire male non solo ci rende più stanchi e meno performanti, ma anche emotivamente instabili.

Vediamo dunque insieme cosa puoi fare per darti tutti il riposo notturno che ti serve, te lo meriti!

Stai attento ai sonniferi

La prima cosa che vorrei dirti è di stare, ti prego, attento ai sonniferi. Non utilizzarli a caso ma segui sempre il parere del tuo medico di fiducia. Non c’è barbiturico che non porti con sé il rischio più o meno grande di assuefazione. Soprattutto con l’uso prolungato, potresti ritrovarti nella spiacevole situazione di dovere alzare il dosaggio per ottenere lo stesso effetto ma sentirti, poi, troppo sedato durante il giorno. Così, decidi di sospendere la terapia e l’insonnia alla quale credevi di essere scampato non solo si reimpossessa delle tue notti ma diventa, a questo punto, ancora più difficile da affrontare.

Anche se ti sembrano la soluzione più facile, considera l’uso di barbiturici come l’ultima scelta possibile e prova, prima, a fare uso di sonniferi naturali. Non escludere cause organiche o psichiche e, se necessario, chiedi aiuto a uno psicologo.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche