Se volete che i vostri figli abbiano delle capacità particolari, siate voi stessi i primi a coltivarle

I figli con capacità non sono solo prodotti di una genetica "giusta". Le abitudini che da genitori coltiviamo sono quelle che passeremo ai nostri figli, e che costruiranno le loro caratteristiche da grandi

Papà E Figlio

Andrew Burton / GETTY IMAGES NORTH AMERICA / AFP

24 Luglio Lug 2017 1110 24 luglio 2017 24 Luglio 2017 - 11:10
Tendenze Online

Spesso si dice che è meglio dare l’esempio piuttosto che predicare! Ovviamente è vero, ma è ancora più concreto quando l’esempio deve essere dato da un genitore a un figlio, infatti l’esempio influenza la genomica.

La biologia molecolare e l’omica in questi ultimi tempi stanno facendo passi da gigante e sta scoprendo cose veramente rivoluzionarie. Per capire bene il tutto però bisogna tornare un po’ indietro nel tempo quando uno scienziato francese, Lamarck, nel 1809 teorizzò, cercando di spiegare l’evoluzione, che lo sforzo evolutivo di un individuo avrebbe influenzato la sua prole. Un esempio: una giraffa che tende il collo verso le fronde più alte avranno più probabilità di sviluppare un lungo collo.

«La biologia molecolare e l’omica in questi ultimi tempi stanno facendo passi da gigante e sta scoprendo cose veramente rivoluzionarie»

Questo ovviamente è ben lontano da spiegare l’evoluzione (Darwin e molti altri ne hanno compreso i meccanismi principali di mutazione e selezione del più adatto) tuttavia oggi c’è una teoria, supportata da prove concrete, chiamata Neolamarkismo, che rivaluta le conclusioni di Lamarck.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche