Marche, un viaggio di solidarietà sotto il segno dello yoga

L’iniziativa, partita da Milano, si chiama OMperleMarche. Partenza il 27 agosto, si gira per i borghi e i paesi più belli e si racconta una regione ferita dal terremoto. In più, si può dare un contributo per la costruzione di una scuola antisismica

Cartolina 03 Luoghi
24 Agosto Ago 2017 1000 24 agosto 2017 24 Agosto 2017 - 10:00

Dove non arriva lo Stato, arriva lo yoga. I tempi per la ricostruzione dei luoghi colpiti dal terremoto del 2016 si presentano sempre più lunghi e incerti. E allora, per dare un messaggio di solidarietà – e anche una mano concreta – fioccano le iniziative private, semiprivate, personali. Una di queste, degne di nota, è quella di OMperleMarche, cioè un viaggio lungo le zone delle Marche “colpite ma non domate” dal sisma. Si parte domenica 27 agosto.

Un cammino che spingerà molti amici uniti dallo Yoga, per la maggior parte di Milano, a visitare i luoghi feriti dal terremoto nelle Marche e che toccherà i territori di Tolentino, San Severino, Camerino, Pieve Torina, Visso, Castelsantangelo sul Nera, Ussita, Fiastra, Sarnano, Montefalcone Appennino, Smerillo, Montefortino. Sarà insieme un viaggio, un racconto per immagini delle zone ferite dal terremoto e, come ovvio, un messaggio di solidarietà. Che si è traduce in una raccolta fondi per la costruzione di un polo scolastico integrato e antisismico a Sarnano, provincia di Macerata, nell’ambito del progetto promosso dal “Comitato Tutti a Scuola Sarnano”.

Gli obiettivi sono diversi: far conoscere le Marche, visitando i paesi, i villaggi, le piazze i teatri, i rifugi e i boschi, osservando, praticando yoga e soprattutto scattando immagini. Oltre a essere un progetto di beneficenza è anche un viaggio fotografico: mostrare, scoprire e valorizzare il territorio. Dagli allevatori (progetto “Adotta una stalla”) alle persone comuni, ai luoghi, alle storie. Le fotografie saranno esposte poi a Milano, in una mostra.

OMperleMarche è stata possibile anche grazie alla scuola Hohm Street Yoga di Milano, che ha abbracciato la causa concedendo la possibilità di raccogliere i fondi (Dhana Yoga) da devolvere al progetto di Sarnano, a ReYoga, che ha dedicato delle canotte speciali ai "guerrieri di pace" che saranno in viaggio nelle Marche, a Tutti i Giorni Onlus e a XL EXTRALIGHT® , che hanno fornito un sostegno concreto per la realizzazione del progetto fotografico.

Potrebbe interessarti anche