Attentato in metro: cos'è successo a Londra

Alle 08.20 di questa mattina (ore 09.20 in Italia) un vagone di un treno è esploso alla stazione della metropolitana di Parsons Green, sud ovest di Londra. Nessun morto, ma almeno 22 feriti secondo Scotland Yard che ha classificato l'evento come "terroristico"

Parson Green

Daniel LEAL-OLIVAS / AFP

Daniel LEAL-OLIVAS / AFP

15 Settembre Set 2017 1143 15 settembre 2017 15 Settembre 2017 - 11:43

Alle 08.20 di questa mattina (ore 09.20 in Italia) una bomba artigianale è esplosa dentro un vagone di un treno nei pressi della stazione metro di Parsons Green, sud ovest di Londra. Nessun morto. Almeno 18 i feriti, portati in vari ospedali di Londra, come dichiara il servizio ambulanze londinese. Altre quattro persone sono andate autonomamente negli ospedali di Londra a causa dell'esplosione. Nessuno è in pericolo di vita.

La Metropolitan Police di Londra, ha classificato l'evento come un attentato terroristico. In questi minuti gli artificieri stanno disinnescando un secondo ordigno.

L'esplosione che ha causato una forte fiammata è avvenuta poco prima di raggiungere la stazione, nel tratto in superficie. Le immagini che circolano su Twitter mostrano una bomba artigianale dentro un cesto bianco avvolto in una busta della Lidl, catena di supermercati tedesca. L'ordigno non è esploso completamente. Per questo 'interno della carrozza coinvolta nell'espolosione non ha subito gravi danni. Secondo la Cnn, la polizia avrebbe trovato accanto alla bomba un timer.

La busta del Lidl è il dettaglio più importante per gli inquirenti che in queste ore stanno guardando le registrazioni delle telecamere installate nelle cinque fermate precedenti a quella di Parsons Green, per identificare il terrorista.

La stazione, ora evacuata, si trova in una zona periferica della città, sulla District Line (la linea verde) ma l'esplosione è avvenuta nell'ora di punta.

Uno dei passeggeri coinvolti, Peter Crowley, ha mostrato a Sky News l'ustione alla testa, subita a causa dell'espolosione.

"Come Londra ha dimostrato più e più volte, non ci faremo intimidire dal terrorismo" ha dichiarato Sadiq Khan, sindaco della capitale inglese in un tweet.
Il sindaco si riferisce agli ultimi due attentati terroristici avvenuti a Londra.

Il primo è avvenuto il 4 giugno, quando tre terroristi hanno investito i pedoni sul marciapiede del London Bridge con un furgone e scesi poco dopo hanno accoltellato dei passanti nel Borough Market, causando in tutto nove morti e 48 feriti. Il secondo attentato è avvenuto il 26 giugno, sempre con un furgone. Il terrorista alla guida ha ucciso una persona e ferito alte nove all'uscita della moschea di Finsbury Park, a nord di Londra.

Anche la premier del Regno Unito Theresa May conferma che si tratta di terrorismo e ha twittato: "I miei pensieri sono con i feriti a Parsons Green e i servivi d'emergenza che stanno rispondendo in maniera coraggiosa a questo attentato terroristico".

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha attaccato la polizia inglese per non aver fatto abbastanza: "Questi malati e dementi erano nell'occhio di Scotland Yard. Bisogna essere proattivi." aggiungendo in un tweet successivo di non poter promulgare un "travel ban" più esteso per colpa del "politicamente corretto".

Trump si riferisce a uno dei suoi primi provvedimenti come presidente degli Stati Uniti con il quale sospese per 90 giorni l'ingresso ai cittadini di sei Paesi del Medioriente. Il provvedimento aveva suscitato molte polemiche nel Regno Unito e proprio il sindaco Sadiq Khan aveva cancellato la visita di Trump a Londra, subito dopo l'approvazione del travel ban.

Poche ore fa, la CNN ha chiesto a Khan se avesse visto il tweet di Trump. Il sindaco di Londra ha risposto di essere troppo impegnato nei soccorsi per poter guardare Twitter.

Potrebbe interessarti anche