Aurore boreali, lo spettacolo che nasce dalla lotta tra il Sole e il campo magnetico terrestre

Il vento solare colpisce la magnetosfera e ne viene respinto, ma non dappertutto. Alcune particelle riescono a vincere le resistenze e calando sul polo creano una meraviglia naturale

000 DV1441898
25 Settembre Set 2017 0830 25 settembre 2017 25 Settembre 2017 - 08:30

Il loro fascino colpisce tutti, alcuni addirittura si spingono fino ai confini dei poli per riuscire ad ammirarle. Ma chi, davvero, è in grado di spiegare cosa siano le aurore boreali?

Lo spiega in modo illuminante questo video, tratto da France 5. Si tratta, né più né meno, di una battaglia continua tra il Sole e la Terra. Il primo emette il cosiddetto “vento solare”, cioè un’infinità di particelle elettriche che se entrassero in contatto con la Terra distruggerebbero la vita. Per fortuna, il nostro pianeta è abbastanza attrezzato: ha uno scudo magnetico.

Lo scontro però è inevitabile: da un lato ci sono le particelle, che con il loro movimento trasformano la forma della magnetosfera in quella di una cometa. Dall’altro c’è il campo magnetico terrestre, che blocca dove può e come può, le particelle solari.

Alcune riescono a passare: è proprio lungo la parte del campo magnetico ripiegato, cioè la “coda”.

Da lì, sospinti dalla gravità, si avvicinano sempre di più alla Terra. Ma per fortuna esistono altri campi magnetici, più vicini alla superficie. I venti solari li incontrano, vengono respinti o cercano nuove strade.

È la lunga discesa verso il polo, lungo percorsi tortuosi che raggiungono l’atmosfera.

E lì, nella loro grandiosità, mostrano uno spettacolo stupendo.

Qui il video.

Potrebbe interessarti anche