"Italia direzione Nord" per non aumentare il divario con il Sud

Dal 13 al 15 ottobre 2017 al Palazzo delle Stelline in corso Magenta, politici, giornalisti ed economisti si confronteranno per capire come rilanciare il nostro Paese partendo dalle buone pratiche del Nord Italia. Tra gli ospiti Roberto Maroni, Giorgio Gori, Giovanni Toti e Antonio Di Pietro

Italia Direzione Nord_Linkiesta

Foto dalla pagina Facebook

Foto dal profilo Facebook

12 Ottobre Ott 2017 1225 12 ottobre 2017 12 Ottobre 2017 - 12:25

Tre giorni per discutere su come rilanciare il nostro Paese partendo dalle buone pratiche del Nord Italia. Con questa filosofia parte la prima edizione di “Italia direzione nord”, manifestazione organizzata dall’associazione Amici delle Stelline e dall’Osservatorio Metropolitano di Milano. Dal 13 al 15 ottobre 2017 al Palazzo delle Stelline in corso Magenta, politici, giornalisti ed economisti si confronteranno in dibattiti aperti a tutti, da mattina a sera.

Si condivideranno le esperienze delle amministrazioni più virtuose Modelli positivi da esportare fuori dai confini locali e da replicare in tutta Italia per ridurre il divario con il Mezzogiorno, sempre più profondo. Una discussione libera da pregiudizi e stereotipi. A dieci giorni dal referendum per l’autonomia di Lombardia e Veneto ci sarà spazio per parlare anche del presente e futuro della politica regionale nel Nord Italia.

Roberto Maroni e Giovanni Toti, presidenti di Lombardia e Liguria apriranno la manifestazione alle 15.30. La sera sarà il turno di Giorgio Gori, sindaco di Bergamo e candidato alla presidenza della Regione Lombardia che risponderà alle domande del direttore de Linkiesta Francesco Cancellato

Tanti gli ospiti: dal divulgatore web Salvatore Aranzulla all’ex ministro Antonio di Pietro. A chiudere la tre giorni saranno Giuseppe Sala e Marco Bucci che racconteranno i loro lavoro da sindaci di Milano e Genova.

Potrebbe interessarti anche