Il miglior televenditore del mondo? È Mario Draghi

Al momento di prendere una decisione di acquisto siamo molto condizionati dalle informazioni che ci erano entrate in testa prima. I televenditori lo sanno bene, così come lo sa bene Mario Draghi. Che ha preparato la sua decisione sul “tapering" del Qe con il quadro ben più drastico evocato in estate

Mario Draghi_Linkiesta
30 Ottobre Ott 2017 1450 30 ottobre 2017 30 Ottobre 2017 - 14:50
WebSim News

Vi è mai capitato di ascoltare, sui canali televisivi locali, quelle televendite dove viene venduta ogni sorta di chincaglieria? Che si tratti di bigiotteria, pellicce, coltelli o quadri, di solito ci si trova sempre davanti a un’occasione unica e irripetibile. A un certo punto, durante le fasi più concitate della declamazione delle qualità del prodotto, il copione prevede che l’imbonitore perda la testa e, rivolgendosi con lo sguardo spiritato a qualcuno dietro le quinte, decida di rilanciare con un ulteriore sconto, stracciando completamente il prezzo: i telefoni cominciano a scoppiare.

Considerate ora quello che ha annunciato il presidente della Bce Mario Draghi la scorsa settimana e ripensate alle sue parole della scorsa estate alla conferenza di Sintra. Ha prospettato il peggio, per poi prendere una decisione di buon senso, trasformando una mossa restrittiva in un messaggio da colomba quando si è trattato di annunciare le proprie decisioni. Si è trattata di un’operazione da manuale.

(...)

Continua a leggere su Moneyfarm

Con la mossa di Sintra Draghi ha preso il controllo del dibattito, rendendone partecipi gli operatori, ed è riuscito ad allinearsi alle loro aspettative. Dopotutto è proprio ciò a cui deve aspirare una politica monetaria efficace

Potrebbe interessarti anche