Egitto, attentato durante la preghiera, morti in moschea

Pare si contino almeno 235 vittime di diverse bombe all’interno di una moschea nella zona del Sinai settentrionale. Bombe e fucili contro i devoti. Secondo la tipica modalità jihadista

Attentato_moschea_Sinai_Linkiesta
24 Novembre Nov 2017 1920 24 novembre 2017 24 Novembre 2017 - 19:20

Il bilancio, ancora provvisorio parla di 184 vittime e circa 100 feriti in una moschea di Rawda, località fra Bir Al-Abed e il capoluogo del Sinai settentrionale Al ArishAl-Arish.
Sarebbero state fatte esplodere diverse bombe all’interno dell’edificio di culto, e in seguito ci sarebbero stati spari indirizzati alle ambulanze che portavano via i feriti.
Le modalità di attacco sarebbero quelle tipiche degli hijadisti. Secondo la Reuters alcuni uomini armati, sospettati dalle autorità di far parte di gruppi islamisti, hanno lanciato gli ordigni per poi aprire il fuoco contro i fedeli.
Il presidente egiziano al-Sisi ha deciso di tenere una riunione di emergenza del Governo in seguito all’attentato. Sono anche stati proclamati tre giorni di lutto nazionale.

Potrebbe interessarti anche