Giappone, in arrivo il drone che caccerà dall’ufficio le persone che lavorano troppo

Il fenomeno del lavoro eccessivo è una piaga tutta giapponese, che provoca malattie, malesseri e, nei casi peggiori, anche decessi: nel 2016 sono morti, per questo motivo, in 191. La soluzione? Un drone svolazzante, che avviserà i ritardatari che è tempo di tornare a casa

000 UY1QP

"AFP PHOTO / "BLUE INNOVATION"-

9 Dicembre Dic 2017 0735 09 dicembre 2017 9 Dicembre 2017 - 07:35

È una mossa della disperazione. Nelle aziende giapponesi tra poco tempo si vedrà svolazzare, per i corridoi e gli uffici il “drone-cacciatore”. Il suo compito è quello di individuare i lavoratori ancora presenti in ufficio e cacciarli via. Proprio così: farli andare a casa (o dove preferiscono loro), obbligandoli a smettere di lavorare.

Il problema dell’eccessivo lavoro volontario, cosa che in Italia apparirebbe paradossale, è una piaga molto sentita. I giapponesi si intrattengono in ufficio molto oltre l’orario prefissato, spesso danneggiando la propria salute e, in certi casi, anche perdendo la vita. La morte per presentismo ha perfino un nome, “karoshi”, e nel 2016 ha provocato 161 vittime. Crisi cardiache, problemi vascolari, suicidi. Di fronte a questo fenomeno occorrono soluzioni. Una di queste è il drone T-Frend, che girando per le stanze individua, con una telecamera, i lavoratori indefessi e con una canzone d’addio li avvisa che è tempo di smettere.

Secondo gli sviluppatori, è una tecnologia promettente, anche perché permetterà, tra le altre cose, di verificare che all’interno della struttura non ci siano intrusi.

T-Frend svolge il compito che, in prima battuta, si pensava di affidare ad alcuni sorveglianti, persone pagate apposta per la ronda negli uffici. Il problema è non ci sono. Il calo della popolazione nipponica, in atto da anni, ha provocato una carenza di personale in tutti i settori. Molte mansioni, per necessità e per diffidenza nei confronti degli stranieri, vengono lasciati alle macchine. In questo caso, al drone.

Potrebbe interessarti anche