Marvanza e Alberto Gatto, il cineconcerto a spasso per l'Europa

Un film e un concerto in giro per l'Europa dimostrano che la Calabria periferica ha tanto da dire alla scena artistica Internazionale

Marvanza_Linkiesta
12 Dicembre Dic 2017 0746 12 dicembre 2017 12 Dicembre 2017 - 07:46

Una spiaggia, il mare e le onde, che tutto prendono e tutto restituiscono. E l’esodo costante di anime in fuga dalla guerra, dalla fame, dalla povertà di mondi così vicini eppure, per molti, ancora lontani. Tutto questo è racchiuso nell’ “Exodos Tour 2017”, un viaggio per l’Europa tra cinema e musica, con Alberto Gatto e i Marvanza.
Sulle immagini di “Mer Rouge”, il film del regista calabrese, e sulle note della band reggae di Monasterace, il tour parte l’8 dicembre da Brema, in Germania, attraversando poi alcune delle principali città europee per raccontare l’incontro tra Nick (l’attore italo-americano Nick Mancuso) e Sherif, figli di mondi diversi ma legati dal tentativo di smontare il passato per dargli una forma nuova. Una storia raccontata anche dagli strumenti dei Marvanza, che disegnano l’incubo e la speranza di un viaggio tra le onde del Mediterraneo alla ricerca della vita, con un emozionante pezzo dal titolo “Lampa”, che fa da colonna sonora al film. “Mer Rouge” racconta da un lato la storia di Nick, che assieme alla famiglia lascia la Calabria a sei anni con un biglietto per l’America, diventando un documentarista e un attore molto conosciuto Oltreoceano. Sherif, invece, dal Senegal parte per la Libia, alla ricerca di un lavoro, ma le bombe che piovono su Tripoli nel 2011 lo costringono a salire su una zattera, che lo lascia sulle coste calabresi, dove trova rifugio, a Gioiosa Ionica.

Una spiaggia, il mare e le onde, che tutto prendono e tutto restituiscono. E l’esodo costante di anime in fuga dalla guerra, dalla fame, dalla povertà di mondi così vicini eppure, per molti, ancora lontani

Una storia antica e moderna insieme, una storia che appartiene al dna di un Paese, l’Italia, che spesso prova a cancellarla. Saranno ora Alberto Gatto e i Marvanza a raccontarla all’Europa, con un tour prodotto da Bird Production e BirdLand Studios, grazie al progetto di promozione internazionale “Sillumina”, promosso dalla Siae e dal Ministero per i Beni e le attività culturali. L’Exodos Tour ha visto la proiezione dell’opera di Gatto e lo show case dei Marvanza, quattro giovani divenuti punto di riferimento della scena new reggae style, a Brema, Amsterdam, Parigi, il 12 a Valencia (Ubik Café), il 14 a Barcellona, il 17 a Bologna.

Un lungo viaggio in furgone con una formula innovativa, il cine-concerto. “Mer Rouge” è stato realizzato con il sostegno della Regione Calabria, del Comune di Gioiosa Ionica e di Re.Co.Sol. - Rete dei Comuni Solidali, raccogliendo premi e riconoscimenti in numerosi festival internazionali, come miglior documentario a “Immagini a Confronto” di Villa San Giovanni (2016); finalista all’EuroAsia Short Film Festival, Washington DC (2016); Nick Mancuso miglior attore al Red Corner Festival di Borgholm (2017); miglior documentario al NYC Indie Film Awards di New York (2017); menzione speciale al Mindfield Film Festival di Los Angeles (2017). Sul palco, dopo la proiezione, andrà in scena lo spettacolo della band new reggae, che mescola il dialetto della Locride a sonorità mediterranee e internazionali, quel marchio di fabbrica che ha portato i quattro giovani a diventare una delle realtà musicali di riferimento della Calabria, superando i confini locali.

Una storia antica e moderna insieme, una storia che appartiene al dna di un Paese, l’Italia, che spesso prova a cancellarla

Dal Primo Maggio di Piazza San Giovanni a Roma in diretta su rai 3 a un lungo e riuscito Tour di concerti, fino ad eventi come il Demo Fest di Rai Radio Uno, Paleariza, Kaulonia tarantella Festival, Roccella Jazz Festival, Reggae train sun fest e molti altri, collaborando con artisti del calibro di Gianni Cinelli, noto comico di Zelig, e Peppe Voltarelli, e aprendo concerti live di artisti nazionali e internazionali come il grande Manu Chao, Alborosie, Roy Paci e Aretuska, Giuliano Palma, J-Ax (Articolo 31) , DJ Jad (Articolo 31), Mr. Vegas, 99 Posse, Skarra Mucci, Almamegretta, Clementino, Mondo Marcio, Après La Classe, Sud Sound System, Villa Ada Posse, Radici nel cemento, Banda Bardò e molti altri. Un viaggio musicale, il loro, lungo dieci anni e che ora è riassunto nel loro terzo album, dal titolo “Umanamente”: undici tracce, undici racconti di una società sempre più contraddittoria, ingiusta ma al tempo stesso capace di sprazzi di umanità e bellezza. Un tuffo nelle contraddizioni dell'umanità, con le sue bellezze e le sue tragedie, per diventare un invito a relazionarsi a temi attuali e forti, come la violenza subita dai bambini, la tutela delle minoranze, il dramma dell'immigrazione, la superficialità della società dell'apparenza e molti altri. Un incoraggiamento a ritrovare l'empatia e un approccio più umano agli altri e alla diversità, rifuggendo quello precostituito e ricco di luoghi comuni.

Potrebbe interessarti anche