Generali prosegue nella cessione delle attività non core, mentre Rai Way si interessa alla società dei multiplex Persidera

Generali ha firmato un accordo con Life Company Consolidation Group (LCCG) per la cessione dell'irlandese Generali PanEurope. Intanto Rai Way ha annunciato una manifestazione di interesse non vincolante nei confronti di Persidera. Su Websim le 10 notizie finanziarie della settimana

Leone Generali
19 Dicembre Dic 2017 1505 19 dicembre 2017 19 Dicembre 2017 - 15:05
WebSim News

1) Profit warning per Salvatore Ferragamo. Il CdA del gruppo italiano del lusso ha avvertito in una nota recente di aver “preso atto di un prolungamento all'esercizio 2018 della fase di transizione che ha caratterizzato il 2017 e dei relativi riflessi sulle ambizioni di medio”. A causa di questa debolezza, ha indicato di non poter confermare, in quanto più difficilmente perseguibili, i target indicati a inizio 2017. Il titolo ha reagito con forti flessioni alle comunicazioni del CdA, ampliando la perdita da inizio anno al 6,3%, che diventa però uno scivolone di quasi il 30% se lo si confronta con i massimi raggiunti a maggio.

2) Generali prosegue nella cessione delle attività non core. Il Leone di Trieste ha firmato un accordo con Life Company Consolidation Group (LCCG) per la cessione di Generali PanEurope, società irlandese che offre servizi finanziari in tutta Europa sia a clienti privati, per la gestione di grandi patrimoni, sia alle aziende che intendono fornire coperture assicurative ai propri dipendenti. Il corrispettivo iniziale sarà di 230 milioni di euro. Inoltre, Generali riceverà circa 56 milioni quale rimborso di alcuni finanziamenti infragruppo. L’operazione rientra nell’ambito della strategia del Gruppo “volta ad ottimizzare la presenza geografica, migliorare l’efficienza operativa e l’allocazione del capitale”.

3) Rai Way fa shopping. Il gruppo proprietario delle torri di telecomunicazioni della Rai ha annunciato una manifestazione di interesse non vincolante nei confronti di Persidera, società dei multiplex controllata da Telecom Italia al 70% e Gedi per il restante 30%. Gli altri contendenti sono i fondi F2i, Clessidra e un altro investitore finanziario italiano. Da inizio anno Rai Way guadagna oltre il 38% a Piazza Affari.

4) Trimestre soddisfacente ma previsioni deboli per il gigante del cloud Oracle, che continua a veder aumentare il divario sui rivali Amazon e Microsoft. La società californiana, leader nel mondo nel software applicativo, ha chiuso il periodo con ricavi per 9,62 miliardi di dollari, in aumento del 6% rispetto ai 9,04 miliardi ottenuti nel corrispondente periodo dell'esercizio precedente. L'utile netto è stato di 2,23 miliardi di dollari, in aumento del 10% rispetto ai 2,03 miliardi di un anno fa. Tuttavia, nell'attuale trimestre, il giro d'affari legato all'ambito cloud sarà più basso del previsto, ovvero compreso tra il 21 ed il 25% del totale, al di sotto delle attese degli analisti che stimavano un 30%.

5) IGD si espande e chiede risorse ai suoi azionisti. La società di investimento immobiliare quotata ha sottoscritto un accordo preliminare per l'acquisizione di un portafoglio composto da quattro gallerie commerciali e un retail park per un investimento complessivo di circa 200 milioni di euro, che sarà parzialmente finanziato da un aumento di capitale da massimi 150 milioni. Il socio di riferimento, Coop Alleanza 3.0, si è già impegnato a sottoscrivere la quota di propria pertinenza dell'aumento di capitale (pari a circa il 40,9%). Il titolo ha però reagito con un forte ribasso, di oltre il 6%.

6) Pieno di risorse fresche per Expert System. leader nel mercato di cognitive computing e text analytics, ha completato l’aumento di capitale riservato annunciato negli scorsi giorni e riservato ad investitori istituzionali. L’operazione è stata portata a termine con la procedura dell’accelerated bookbuilding, e ha raccolto 910 mila euro più del target iniziale, per un totale di 5,2 milioni di euro. Si tratta di circa l’11% del capitale della società (qui tutti i dettagli). Questo si aggiunge a quanto raccolto con l’aumento in opzione delle settimana precedente (per i dettagli clicca qui). Sebbene tratti nei pressi dei suoi minimi storici, il titolo ha mostrato importanti segnali di ripresa (qui la nostra analisi tecnica del titolo).

7) Giglio ha festeggiato i primi nove mesi del 2017 con risultati in forte crescita. I ricavi sono stati di stati di 50,1 milioni di euro, in crescita del 113% rispetto ad un anno prima. L’area e-commerce ha registrato il progresso più significativo, con un balzo del 200% (qui tutti i dettagli). Il titolo è tra i migliori performer dell’anno a Piazza Affari, con un rialzo del 170% circa (qui la nostra analisi tecnica).

8) Avanti tutta con il piano industriale per Falck Renewables, che ha rivisto i suoi obiettivi per il 2017 e oltre. Ora l’Ebitda di fine piano è visto a 208 milioni di euro. L’utile netto consolidato (dopo gli interessi di minoranza) è indicato in 30 milioni. Prevede un incremento del dividendo per azione pari all’8,5% annuo entro il 2019 (per i dettagli clicca qui). La revisione dei target ha dato una forte spinta al titolo, che viaggia da inizio anno con un progresso del +76%, rispetto al +36% il Ftse Star (per la nostra analisi tecnica clicca qui).

9) Il gruppo Digitouch, specializzato nel Mar-Tech, ha firmato un accordo di partnership con IPG Mediabrands e McCann Worldgroup, società appartenenti a IPG, una delle principali società di marketing solutions al mondo. L’accordo si basa sulla reciprocità dei servizi offerti dalle due società che, lavorando a quattro mani sui progetti, potranno valorizzare le rispettive competenze e conoscenze nel mercato dell’advertising on e off line (per i dettagli clicca qui).

10) Retelit mette a frutto uno dei suoi asset più importanti, il cavo sottomarino AAE-1. La società attiva nelle telecomunicazioni ha sottoscritto un accordo commerciale con un primario player internazionale asiatico del settore telecomunicazioni per la vendita, per 20 anni, di 1,1 Tbps di capacità sottomarina sul cavo (qui tutti i dettagli). Il titolo è autore in questo 2017 di una prestazione solida, e da qualche mese i prezzi stanno consolidando nella banda 1,20-1,50 euro (per la nostra analisi tecnica clicca qui).

Potrebbe interessarti anche