Millennials e FinTech: i giovani alla guida della rivoluzione del risparmio gestito

La rivoluzione digitale e la digitalizzazione dei servizi finanziari è un movimento inarrestabile che incarna tutti i valori e le proprietà che cercano i millennials, la generazione che entro la metà di questo millennio avrà a disposizione circa 41 mila miliardi di dollari

26843056822 Ad1898bf2b H

da Flickr, di State Farm

14 Marzo Mar 2018 1600 14 marzo 2018 14 Marzo 2018 - 16:00
Tendenze Online

Anche se il FinTech è un settore giovane e in pieno sviluppo, si è già fatto valere, in particolare nei confronti della generazione Y. Il 63% dei clienti delle banche già considera o addirittura utilizza vari tipi di servizi fintech apprezzandone la facilità di fruizione (82%), la velocità (81%) e una user experience positiva (80%).

È importante, però, avere una buona confidenza con il web, cosa che i cosiddetti nativi digitali, cioè i Millennial nati tra il 1980 e il 2000, possono vantare senza problemi. Un esempio è l’e-commerce, ormai diventato un’opzione di acquisto molto importante nella vita quotidiana.

Tutti dati che vengono sottolineati anche dall’Osservatorio FinTech del Politecnico di Milano, a seguito della sua ricerca dedicata a Fintech e Digital Finance. Come dice il direttore dell’Osservatrio, Filippo Renga, “Oggi il cliente, sia consumer che business, chiede sempre maggiore velocità di risposta, reperibilità dei consulenti e accessibilità di prodotti e servizi in qualunque luogo e momento”.

Continua a leggere su Euclidea

“Oggi il cliente, sia consumer che business, chiede sempre maggiore velocità di risposta, reperibilità dei consulenti e accessibilità di prodotti e servizi in qualunque luogo e momento”

Potrebbe interessarti anche