Dieci motivi per essere ottimisti sul lavoro e nella vita

Essere consapevoli del modo in cui interpretiamo la realtà ci investe di un grande, prezioso potere: quello, volendo, di cambiarlo. Per questo l’ottimismo è uno stile di pensiero che in parte si ha per predisposizione naturale, in parte lo si può coltivare

Pexels Photo 573238
21 Marzo Mar 2018 1505 21 marzo 2018 21 Marzo 2018 - 15:05
Tendenze Online

Esiste un’ampia differenza tra la realtà, i fatti, gli eventi che la caratterizzano e l’interpretazione che attribuiamo a essa. I fatti sono oggettivi. Il modo di interpretare la realtà, invece, è peculiare di ciascuno di noi, dipende dagli schemi mentali, dal contesto sociale, culturale, educativo, economico, politico in cui viviamo, in parte resta stabile, in parte cambia, anche se magari non ce ne accorgiamo.

Essere consapevoli del modo in cui interpretiamo la realtà ci investe di un grande, prezioso potere: quello, volendo, di cambiarlo. Interpretando la realtà in modo positivo, costruttivo, ottimistico ci mettiamo nelle condizioni ideali di cogliere le opportunità che sono insiste in essa nel presente, di sciogliere in nodi del passato, di riappacificarci con noi stessi e le persone che ci stanno intorno, di avere una visione aperta, ampia, fiduciosa del futuro.

Comprendere il senso della nostra esistenza, di quello che ci è accaduto e che abbiamo vissuto sia nella vita privata, sia in quella professionale ci aiuta imparare le preziose lezioni esistenziali che ci consentono di progredire, migliorare, e costruirci una vita più piena, soddisfacente, realizzata a casa e al lavoro.

L’ottimismo è uno stile di pensiero che in parte si ha per predisposizione naturale, in parte lo si può coltivare. Le persone che hanno uno stile di pensiero ottimistico pensano che il futuro sarà positivo, per questo si dispongono ad agire in modo positivo e costruttivo proprio in questa direzione arrivando a realizzare i loro propositi. Anche laddove questo non si dovesse verificare interpretano tale fallimento come passeggero, incidentale, non dovuto a se stesse e si impegnano con più zelo nel successivo tentativo.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche