Per combattere il caldo opprimente Los Angeles dipinge le strade di bianco

Una soluzione estrema per affrontare un calore estremo. In California si arriva fino a 40 gradi e con l’asfalto vicino anche di più. Il rimedio, costoso, permette però di abbattere le spese per l’energia elettrica di condizionatori e ventilatori

Schermata 2018 04 19 A 14

da Youtube

20 Aprile Apr 2018 0735 20 aprile 2018 20 Aprile 2018 - 07:35
Tendenze Online

Più che per le spiagge e le sparatorie, Los Angeles è nota per le sue strade. Una distesa di asfalto capillare che avvolge e circonda la città (perché “nessuno cammina a L.A”, dice il detto). Il problema è che, d’estate, la strangola nel calore. Il raggi del sole, assorbiti dall’asfalto, portano la temperatura – già alta, intorno ai 37 gradi – fino a 47 gradi. Un forno.

Una soluzione, però, c’è: dipingere le strade di bianco. Una misura che, sperimentata dal Comune della città nel 2017 come test, è entrata in pieno vigore nel 2018. Si usa una particolare emulsione biancastra, chiamata CoolSeal che anziché assorbire i raggi di luce li riflette, abbassando la temperatura di almeno una decina di gradi. Il record appartiene a una strada di Canoga Park, nella San Fernando Valley, che è passata da 33 gradi a 21 gradi grazie alla riverniciatura.

“La città diventa più fresca”, spiega il consigliere Bob Blumenfield, “anche se non si potrà più cuocere le uova sull’asfalto”. Lui scherza, ma questa particolare mano di bianco è molto costosa: ogni chilometro imbiancato richiede 30mila dollari, e dura soltanto sette anni. Ma per i vertici della città non è un problema: in sette anni, sperano, si troveranno soluzioni migliori per rendere gli asfalti più efficienti. Inoltre, abbassando la temperatura generale, si risparmierà sul consumo di energia, altissimo durante l’estate a causa dei ventilatori e dei condizionatori delle zone vicine.

Ci saranno anche altri vantaggi: l’illuminazione pubblica, ad esempio, entrerà in funzione più tardi, perché il bianco renderà l’ambiente più luminoso fino a tarda sera (altro risparmio, insomma). E diminuirà, con l’abbassamento della temperatura, anche il numero di malori dovuti al caldo, in particolare durante le ondate di calore estive. Insomma, un toccasana: un asfalto che riflette anziché assorbire, rinfresca e non riscalda, fa risparmiare e non spendere. E se ci si cammina vicino, forse, fa anche abbronzare di più.

Potrebbe interessarti anche