EuroVelo 6, la dimostrazione che l’Europa è buona almeno per girarci in bicicletta

Un percorso che parte da Nantes e arriva fino a Costanza, in Romania. Collega un Oceano con un mare, attraversa 10 Paesi e sei grandi fiumi. Capitali, chiese e meraviglie naturali fanno da sfondo

000 1491U0

Thomas Warnack / dpa / AFP

30 Aprile Apr 2018 0725 30 aprile 2018 30 Aprile 2018 - 07:25

C’è una pista ciclabile che attraversa tutta l’Europa, collega l’Atlantico al Mar Nero ed è una delle vie più popolari e apprezzate di tutto il Continente. Per gli amanti delle pedalate è una sfida (non troppo impegnativa, in realtà) e una bellissima esperienza: circa 4.400 chilometri a partire da Nantes, in Francia, per raggiungere Costanza, in Romania, e chiudere la gita con un po’ di spiaggia e una bella birretta. Si chiama EuroVelo 6 ed è amata da tutti quelli che la percorrono.

Seguendo soprattutto sentieri defilati o, al massimo, piccole strade con poco traffico, il tragitto si snoda lungo dieci Paesi, costeggia ben sei fiumi di grande portata e permette di vedere luoghi incantevoli e grandi città. Il ciclista potrà salutare la costa atlantica, raggiungere Besançon, attraversare la Valle della Loira e vedere città come Basilea, Vienna, Budapest e Belgrado, costeggiando il Danubio e incontrando, alla fine del viaggio, anche la sua foce.

Come mostra il sito, per ogni tappa ci sono tantissime cose da vedere e incontrare: tipiche città bavaresi, chiese ortodosse slave, complessi staliniani in Ungheria e immense pianure, fino ad assaggiare il vino dei dintorni di Vienna e la birra lungo le strade della Slovacchia. È più che una gita di piacere, è un modo per scoprire, metro dopo metro, l’Europa. Apprezzandone tutta la varietà culturale di popoli che, ancora oggi, faticano a trovare una comune visione politica e ideologica.

Potrebbe interessarti anche