La finanza è sempre più “verde”: ecco il nuovo green bond di Eurizon

La società di gestione del risparmio Eurizon, del gruppo Intesa San Paolo, introduce nella propria gamma d’offerta Eurizon Fund - Absolute Green Bonds, il primo strumento istituito da un asset manager italiano che permette di finanziare progetti legati all’ambiente

Green Finance

(Pixabay)

1 Giugno Giu 2018 1630 01 giugno 2018 1 Giugno 2018 - 16:30
WebSim News

La finanza scommette sul green. La società di gestione del risparmio Eurizon, del gruppo Intesa San Paolo, ha introdotto nella propria gamma d’offerta Eurizon Fund - Absolute Green Bonds, il primo strumento istituito da un asset manager di matrice italiana specializzato sui mercati obbligazionari internazionali che permette di finanziare progetti legati all’ambiente.

L’idea è che la creazione di valore di lungo periodo per i clienti passi anche attraverso l’attività di supporto allo sviluppo di un sistema di imprese valido e sostenibile. Eurizon integra proprio i criteri Esg (ambientali, sociali e di governance) all’interno del processo d’investimento. Un percorso coerente con l’impegno del Gruppo Intesa San Paolo, prima banca nel 2017 a emettere una obbligazione green.

Come funziona? Eurizon Fund - Absolute Green Bonds seleziona i titoli obbligazionari, principalmente investment grade, utilizzando i criteri definiti dai Gbp (Green Bonds Principles) per sostenere la crescita di investimenti con tematiche ambientali green per contrastare i cambiamenti climatici, gestire in modo sostenibile il consumo di risorse naturali, controllare e diminuire l’inquinamento.

«Continuiamo a studiare nuove proposte commerciali caratterizzate dal focus su queste tipologie di investimenti, sia sui mercati azionari che sugli obbligazionari, nella convinzione che la creazione di valore di lungo periodo per i nostri risparmiatori passi attraverso l’attività di supporto allo sviluppo di un sistema economico valido e sostenibile», dice Massimo Mazzini, responsabile Direzione marketing e sviluppo commerciale di Eurizon. «Nella comunità finanziaria cresce la consapevolezza di poter contribuire alla lotta al cambiamento climatico e al miglioramento della qualità della vita. Lo scorso marzo infatti è stato approvato il Commission’s Action Plan for a greener and cleaner economy, il piano d’azione sulla finanza sostenibile della Commissione europea che rientra negli sforzi della Capital Market Union per coniugare la finanza con le esigenze dell’economia europea a beneficio del pianeta e della società».

Tra gli esempi di investimenti, ci sono gli impianti eolici, solari o di energia rinnovabile, i trasporti puliti, i progetti per l‘economia circolare o finalizzati al contrasto al cambiamento climatico. Il comparto green rappresenta una nuova grande opportunità di investimento. E il mercato dei green bond che cresce in misura significativa, grazie a un rinnovato interesse per le tematiche ambientali e alla diversificazione di emittenti e valute. Investire sì, ma con un occhio all’ambiente.

Potrebbe interessarti anche