Andare al lavoro in bici d'estate? Si può fare: ecco i 5 trucchi da seguire

Sembra paradossale, ma spesso andare in bici in ufficio con la bella stagione può essere un'esperienza poco gradevole. Eppure il modo per arrivare a lavoro stando freschi esiste, basta seguire qualche consiglio

Bici Linkiesta
6 Giugno Giu 2018 1040 06 giugno 2018 6 Giugno 2018 - 10:40

Sembra paradossale, ma non lo è: andare in bici in ufficio può essere un’esperienza poco gradevole proprio durante la bella stagione. Perché quando fa caldo si suda e arrivare in ufficio sudati non è una bella sensazione. Se a questo aggiungiamo che l’aria in molte nostre città è pessima e che quindi il sudore abbinato a quella sensazione di sporcizia è insopportabile ecco che l’esperienza del pendolarismo ciclistico può essere davvero sgradevole.

Si può immaginare che non ci sia rimedio, visto che con il freddo ci si può coprire di più, mentre al caldo non c’è rimedio, soprattutto se bisogna usare giacca e cravatta o tailleur ma non è così. Si può andare in ufficio in bicicletta arrivando freschi esattamente come lo eravamo appena usciti di casa e senza lo stress che qualsiasi spostamento cittadino in automobile comporta.

I nostri cinque consigli:

1. canottiera

2. aria

3. borse

4. salviettine

5. ritmo

Prima di tutto, l’abbigliamento intimo. Ci sono due cose sulle quali chi vuole usare la bicicletta non può risparmiare: la canottiera e il lucchetto. Sul lucchetto torneremo magari in un’altra occasione, qui ci concentriamo sulla canottiera. Che vi piaccia o meno: usatela. E sceglietela di lana merino. La lana merino è il più grande trucco per andare in bicicletta, d’estate e d’inverno, per arrivare in ufficio o scalare lo Stelvio. A differenza di altre lane e di altri materiali tecnici la lana merino è in grado di trattenere l’umidità all’interno delle proprie fibre e quindi è perfetta sia quando fa freddo sia quando fa caldo perché vi mantiene caldi o freschi a seconda delle circostanze, ma sempre asciutti. La lana anche nel caldo torrido delle città per andare in bici? Sì, è così, fidatevi.

Continua a leggere su Centodieci

Potrebbe interessarti anche