Mistero Buffo

11 Giugno Giu 2012 1824 11 giugno 2012 11 Giugno 2012 - 18:24
...

SOGNO

 

Consiglio caldamente la visione della versione “pop remix” del Mistero Buffo di Dario Fo, recitato da Paolo Rossi in coppia con Emanuele Dell’Aquila e con la partecipazione di Lucia Vasini nel ruolo dell’attrice incaricata di rivestire la parte di Maria, la madre di Gesù.

Paolorossi
Allo Strehler di Milano, Piccolo Teatro, fino al 17 giugno.

Il Mistero Buffo infatti non è solo un testo comico ma anche uno spettacolo profondamente religioso, di una religiosità dissacratoria, forse, ma sincera e per nulla scontata. Il momento più emozionante, infatti, viene proprio raggiunto nel monologo in dialetto di Maria davanti alla croce del suo figliolo Gesù. Il ruolo di Maria era originariamente interpretato da Franca Rame ed è stato reso in modo meraviglioso in questa edizione da Lucia Vasini.

Perché ne parlo sotto la categoria “SOGNO”? Perché sogno un mondo non dogmatico in cui si sappia distinguere la risata dissacratoria e liberante, sintomo di un’autentica religiosità che mai manca davvero di rispetto, dalla volgarità e dalla bestemmia. San Paolo stesso, che non era famoso per essere un tipo aperto, affermava però che “la lettera uccide, è lo spirito che dà vita”.

A mio parere la Chiesa dovrebbe davvero ritrovare uno spirito evangelico, a partire dai segni esteriori di ricchezza, in modo pacato e non propagandistico, e ricordarsi che è meglio la dittatura del relativismo rispetto a quella dell’intransigenza dogmatica.

Con il relativismo almeno ti interroghi per chiederti se quello che fai è bene o male, e quindi puoi eventualmente arrivare anche all’incontro con Dio e con la dimensione spirituale della vita. Altrimenti si applicano ancora anche a noi le parole di Cristo contro gli scribi e i farisei ipocriti che filtrano la minuzia e inghiottono il cammello.

 

You may say I’m a dreamer,
But I’m not the only one.
I hope someday you'll join us.
And the world will be as one.

(John Lennon, Imagine)