Le 10 cose da NON fare su Facebook

6 Luglio Lug 2012 0944 06 luglio 2012 6 Luglio 2012 - 09:44

A tutto c'è un limite. Anche a ciò che si può fare, o NON fare, su Facebook. Queste sono le 10 cose assolutamente da NON fare su Facebook.

10 Cose

1) Le condoglianze

Se gli auguri su Facebook sono accettabili - solo nella misura in cui la persona che li riceve è una semplice conoscente - le condoglianze non lo sono. Mai! Un evento luttuoso non può e non deve essere trattato con superficialità. Se davvero volete fare le condoglianze a qualcuno andate di persona. Al limite anche una telefonata o un telegramma, ma sicuramente non un post in bacheca. Lo stesso vale per i messaggi sulla bacheca della persona che non c'è più: a meno che non sia espressa volontà dei genitori o delle famiglie bisogna evitare.

2) Taggare in foto (caso 1)

Prima di taggare un vostro amico o conoscente in una foto, ponetevi una domanda: "se io fossi lui/lei mi piacerebbe vedermi taggata in questa foto? Mi potrebbe creare problemi?" Se la risposta è "sì" lasciate perdere; se è "no" pubblicate pure. So bene che il criterio con cui pubblichiamo le foto (ahinoi!) è uno, ed uno solo, ma il rispetto per chi si è scattato una foto con noi deve essere assoluto. Se siete venuti così belli in quella foto da non poter resistere al desiderio di mostrarla al mondo, non dovete fare altro che tagliare la foto o chiedere al vostro amico/conoscente se potete pubblicarla con o senza tag.


3) Taggare in foto (caso 2)

Se una foto contiene un messaggio politico, o qualcosa del genere, evitate di taggare altre persone in quella foto. Non perché chi è taggato potrebbe non condividere il messaggio, ma perché taggandolo lo obbligate a mostrare al mondo il suo legame con un certo tipo di visione politica. Ricordatevi che se avete qualcosa da dire c'è la vostra bacheca per farlo. Se qualcuno si identificherà con il vostro messaggio potrà premere il tasto "mi piace"(approvazione leggera) o il tasto "condividi" (approvazione immedesimazione"). In entrambi i casi sarà la persona a decidere.

4) Non prendete caramelle dagli sconosciuti

Molti accettano richieste di amicizia da perfetti sconosciuti e poi si fanno problemi a richiedere l'amicizia a persone che magari conoscono solo di vista. Questa cosa non ha senso! Aggiungere uno sconosciuto, a meno che non abbiate settato molto bene le impostazioni sulla privacy, oltre ad essere un rischio per voi lo è anche per i vostri amici.

5) Non solo amicizia..

Se non volete mettere in difficoltà una persona che non conoscete benissimo, chiedendole l'amicizia, potete fare un'altra cosa: "ricevere gli aggiornamenti". Così facendo sarà come dire a quella persona: "mi interessa conoscerti, ma rispetto i tuoi spazi". E comunque a quel punto la persona di cui ricevete gli aggiornamenti potrebbe anche decidere di aggiungervi lei per prima.

6) Chiedetela di persona
Se volete restare in contatto con qualcuno ed é CHIARISSIMO che anche questo qualcuno voglia rimanere in contatto con voi, fate una cosa: chiedetegli di persona se potete aggiungerla su Facebook (o se anche lei/lui ha un profilo sul social network). 

7) "Il lnguaggio konta"

È un social network non una fiera dei sadici linguisti italiani. Non è neanche un sms o Twitter: su Facebook avete lo spazio che volete. Usatelo! Se poi riuscite ad essere concisi, pur dicendo tutto, tanto meglio!

8) Non dire in chat ciò che non diresti di persona
Punto.


9) Mi inviti?

Lo so che é faticoso, ma sarebbe cortese rispondere a tutti gli inviti che ricevete su Facebook. Spesso, chi vi invita, fa un lavoro di selezione faticosissimo.

10) È semplice
Non serve altro che un po' di buon senso! 

...

Se ti è piaciuto questo post puoi seguirmi su Facebook (Pagina Vito Kappa - clicca qui)

O su Twitter: @vitokappa

 

P.s. ho commesso quasi tutti gli errori di cui scrivo sopra. Grazie al cielo non tutti! 

Nel prossimo pezzo metterò a confronto la tratta Roma-Milano sul treno Italo e Milano-Roma sul FrecciaRossa. Chi l'avrà vinta?