Donne più intelligenti degli uomini: dopo cent’anni, il sorpasso

17 Luglio Lug 2012 0727 17 luglio 2012 17 Luglio 2012 - 07:27

Rullo di tamburi, c’è stato il sorpasso.
Dopo cento anni di domande tranello, cento anni di ridicoli calcoli, cento anni di figure geometriche da ordinare secondo un presunto ordine logico, finalmente le donne hanno ottenuto un punteggio più alto degli uomini nei test per misurare il quoziente intellettivo.
Dice James Flynn, psicologo neozelandese e uno dei maggiori esperti mondiali di calcolo del quoziente intellettivo, sul Sunday Times: «Negli anni è cresciuto il QI di entrambi i sessi, come conseguenza della modernità: la vita più complessa sfida il nostro cervello che si adatta e aumenta le nostre capacità. Ma il QI delle donne è cresciuto più in fretta».
Sembra che ciò sia dovuto al fatto che il cervello femminile è notoriamente multitasking, mentre quello degli uomini – ahimè – no.

O forse è dovuto al fatto che le donne non perdono tempo in inutili test di intelligenza e incanalano invece le energie in qualcosa di più produttivo, chissà.
Prendiamo i Curie, per fare un esempio a caso: Pierre un premio Nobel, Marie due, Irène uno. Ève faceva altro, poco importa, ma di certo in famiglia Pierre era un po’, con rispetto parlando, un poveretto. E in più Marie si è dovuta pure subire gli attacchi della stampa e dell’opinione pubblica a causa dell’affaire Langevin: pensa te ‘sta donna dell’est che viene qui a mandare in frantumi uno splendido matrimonio francese, dicevano.

Sta di fatto che, grazie a questi nuovi risultati nei test di intelligenza, noi donne potremo finalmente prenderci la nostra rivincita, potremo finalmente smettere di sentirci inferiori, perché – altro rullo di tamburi – finalmente avremo anche noi la nostra bella trasmissione trash: I pupi e le secchione.
Sei ragazze talentuose ma che non si sanno valorizzare, potranno avere l’invidiabile privilegio di educare degli smutandati con i gioielli a favore di camera, in cambio di alcune dritte su abbigliamento, trucco e depilazione.
Ah, questo succede già?

Ogni illazione sulla famiglia Curie è da considerarsi frutto della mia fervida fantasia.

Pierre 0