Insert the coin ovvero i distributori di palline con la sorpresa dentro

11 Agosto Ago 2012 1453 11 agosto 2012 11 Agosto 2012 - 14:53
...

Palline

Lo sapete benissimo
: uno dei problemi del mare – se avete figli – sono i distributori di
palline con la sorpresa dentro. Sono macchinette alte più o meno un metro e mezzo che sputano dal bocchettone una boccia da bowling trasparente con – nella pancia – il nulla.

Il nulla, nelle società balneari dell'occidente, si sostanzia in pupazzetti di plastica, animali di peluche, mini-skate dagli originali ghirigori esotici. Robe dotate di un’utilità marginale modesta: tappare la bocca al bambino per 15 minuti prima di essere abbandonate sul sedile posteriore dell'auto, che a settembre diventa una tonnara di bambocci della Looney Tunes.

Le sputapalline sono in agguato ad ogni angolo, in quasi tutti gli esercizi commerciali, dal bar-rosticceria “Non solo spiedo” al “Paradiso del bricolage”. In spiaggia apri l’ombrellone e tra le stecche spunta giù un portachiavi con la voce di Bakugan che dice: ehi piccolo, fatti sganciare da quella repressina di tua madre due euro ché si campa una volta sola.

Il fatto è che una vacanza può costare dai 50 ai 100 euro in più. Ci sono genitori – i più abbienti – che hanno deciso di comprarsela, la macchinetta mangiasoldi. E nelle famiglie con meno disponibilità economiche il padre decide di immolarsi: si traveste da Ben Ten e si tatua “insert the coin” sulle chiappe.