Accordo Ingroia-Bersani per il premio di maggioranza al Senato

8 Gennaio Gen 2013 1155 08 gennaio 2013 8 Gennaio 2013 - 11:55

Per la prossima tornata elettorale le partite più importanti per il Senato si giocano in tre Regioni chiave: Lombardia, Sicilia e Campania, dove il premio di maggioranza sarebbe il miraggio di centrodestra e centrosinistra. Analizziamo caso per caso sulla base di un sondaggio Ipsos per "Il Sole 24 Ore". 

Ingroia Interna Nuova

In Lombardia vi sarebbe un testa a testa tra la coalizione di centrodestra e quella di centrosinistra che si attesterebbero tutte e due al 32,5%.La Lombardia, regione storicamente di centrodestra, che dopo la vittoria di Giuliano Pisapia a Milano ha visto una svolta nella sua storia politica, si è divisa in due. Dei 49 seggi che si attribuiscono per il Senato i seggi a disposizione di una o dell'altra coalizione potrebbero variare da 12 a 27, visto che a 27 scatterebbe il premio di maggioranza. Si balla sul filo del rasoio insomma. Ambienti vicini alla coalizione Rivoluzione Civile che sostiene Antonio Ingroia premier parlano di un PD che vorrebbe allacciare accordi con Ingroia che in Lombardia otterrebbe il 5,6% che sommato alla percentuale del PD farebbe ottenere il premio di maggioranza al Senato. 

In Sicilia la situazione è diversa. La coalizione di centrodestra sarebbe al 27% mentre quella di centrosinistra al 22,9%, e otterrebbero rispettivamente 14 e 3 seggi. Anche qui, un'alleanza tra Ingroia, che viene dato all'11%, e Bersani porterebbe al centrosinistra il premio di maggioranza. 

In Campania, anche se i sondaggi presi in considerazione danno una maggioranza della coalizione di centrosinistra che si attesterebbe al 30,5% contro il 28,5% della coalizione di centrodestra, la partita si gioca su pochi voti. Dopo l'exploit di De Magistris a Napoli, Rivoluzione Civile si attesterebbe all'11,2% e otterrebbe due seggi. Un alleanza tra Ingroia e Bersani anche in questa Regione porterebbe il centrosinistra ad un governo del paese con i numeri giusti anche al Senato.

Stiamo a vedere quali decisioni prenderanno i due leader ma sta di fatto che se Bersani vuole una maggioranza tranquilla al Senato deve scegliere..