E Berlusconi parlò: «Coesione contro la speculazione»

E Berlusconi parlò: «Coesione contro la speculazione»

Piazza Affari lima le perdite della mattinata. Alle 15.09 il Ftse Mib, principale listino milanese, segna +0,71%, mentre alcuni titoli sospesi più volte per eccesso di ribasso, nel corso delle prime ore di contrattazione, sono girate in positivo. UniCredit guadagna il 5,37%, Intesa Sanpaolo +3,37%. Lo spread tra bund e btp diminuisce a 285 punti base, mentre i Cds scendono a 292 punti base, quando mancano poco più di due ore alla chiusura della seduta. 

16.10 – Secondo alcune fonti il Governo italiano starebbe lavorando per definire un pacchetto di misure fiscali da 15 miliardi di euro. 

14.30 – Finalmente parla il premier Silvio Berlusconi: «L’Ue è al nostro fianco, il nostro governo è solido». Ancora: «L’economia italiana è vitale, le nostre banche sono solide e non sono esposte ai problemi che hanno colpito gli altri istituti europei». Il Presidente del Consiglio ha poi sottolineato che «Alla fine dell’anno il saldo primario si chiuderà con un significativo surplus». La discussione parlamentare della manovra finanziaria, ha poi spiegato, «accelererà ulteriormente il processo di riduzione del debito pubblico italiano». Berlusconi ha infine affermato che: «Tutte le forze politiche, di maggioranza e opposizione, sono unite nel difendere il Paese». 

14.03 – Previsto per giovedì il voto in Senato sulla manovra finanziaria. 

13:28 – Wolfgang Schaeuble, ministro delle Finanze tedesco, dice che la manovra economica italiana è «ambiziosa», dopo il consiglio Ecofin di oggi. «Non abbiamo parlato molto dell’Italia – ha detto Schaeuble – perchè noi siamo convinti che il nocciolo della crisi sia la Grecia. In base alle nostre informazioni l’Italia vuole approvare un ambizioso piano di risparmi e non abbiamo dubbi che lo farà».

12:14 – Bruxelles, 12 lug. (Adnkronos/Aki) – «Non è un problema di un solo paese ma di tutti noi». È così che ha risposto il ministro delle finanze lussemburghese Luc Frieden a chi gli chiedeva della crisi finanziaria che sta colpendo l’Italia. «Viviamo in un mondo estremamente interdipendente», per cui «permettere a un paese di avere un problema maggiore avrebbe un impatto su tutti» gli stati europei, ha sottolineato il ministro al suo arrivo a Bruxelles per l’Ecofin. Mostrarsi uniti per fare fronte alla crisi è l’unica soluzione. «Se stiamo uniti nessun paese sarà a rischio», ha continuato Frieden, che però non ha mai voluto fare il nome dell’Italia, spiegando che «non ha senso speculare su un paese o sull’altro, al momento ci stiamo occupando di Grecia, Irlanda e Portogallo e ci assicureremo che sia garantita la stabilità dell’eurozona» attraverso le varie misure previste.

11:38 – Milano, 12 lug. – (Adnkronos) – Transita in territorio positivo Piazza Affari, sorretta dal rialzo dei bancari, ad eccezione di Mediolanum (-2,61%). Il Ftse Mib alle 11,20 guadagna lo 0,05% a 18.340 punti. Unicredit si aggiudica la maglia rosa con un rialzo del 2,51%: Bpm +2,30%; Intesa Sanpaolo +1,44%; Ubi Banca +1,03%; Mps +0,91%; Mediobanca +1,06%; Banco Popolare +1,46%.

11:22 – Da fonti governative, si apprende che l’approvazione del piano di consolidamento fiscale in Italia avverrà entro domenica, come richiesto dal cancelliere tedesco Angela Merkel per placare i mercati finanziari. 

11:14 – Milano, 12 lug. – (Adnkronos) – Prosegue in territorio negativo l’andamento delle Borse europee a metà mattina, con Parigi che cede il 2,36% a 3.171 punti, mentre Francoforte lascia sul terreno il 2,15% a 7.077 punti. Amsterdam perde il 2,09% e Bruxelles il 2,61%. A Londra L’indice Ftse Mib registra un ribasso dell’1,56% a 5.837 punti, Madrid cede l’1,89% a 9,478. Piazza Affari dimezza le perdite rispetto all’avvio di giornata e lascia sul terreno l’1,3% a 18.052 punti, mentre l’All Share cede l’1,43% a 18.769 punti.

11:10 – Il rendimento dei titoli di Stato italiani a 12 mesi sale al 3,67%, il massimo dal settembre 2008. 

11:00 – Lo spread fra Btp e Bund sale a 347 punti base. È nuovo record.

10:43 – La Borsa di Milano si riprende parzialmente e risale sopra i 18.000 punti a -1,32 per cento. 

10:38 – Milano, 12 lug. – (Adnkronos) – Forti vendite a Piazza Affari che fanno precipitare la Borsa. Il Ftse Mib cede, a un’ora dall’avvio delle negoziazioni, il 4,3% a 17.512 punti, mentre l’All Share lascia sul terreno il 4,17% a 18.247 punti. A trascinare l’indice verso il basso sono soprattutto i bancari con Unicredit che arriva a un picco di ribasso del 7,63% a 1,06 euro e finisce in asta di volatilità, così come molti altri i titoli, tra cui Bpm (-4,46% a 1,34 euro) e Mediolanum (-4,8% a 2,68 euro). Tra gli assicurativi sospesi Generali (-5,53%) e Fonsai (-5,13%). In asta di volatilità anche Lottomatica che cede il 6,41% teorico a 12 euro. Intesa Sanpaolo lascia sul terreno il 5,18% a 1,44 euro; Mediobanca cede il 4,07% a 5,9 euro; Mps -3,88% a 0,47 euro; Ubi banca -3,51% a 3,35 euro. Mediaset ieri in forte ribasso dopo la sentenza sul Lodo Mondadori cede ancora il 3,56% a 2,81 euro; Mondadori lascia sul terreno il 2,85% a 2,18 euro e la Cir di De Benedetti perde il 2,77% a 1,61 euro.

10:37 – La Banca d’Italia smentisce che ci siano stati problemi di finanziamento nell’asta di Bot prevista per oggi. 

10:28 – Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti lascia l’EcoFin di Bruxelles per tornare in Italia per discutere della manovra economica. (Reuters) 

10.20 – La Bce sta comprando Btp, secondo il broker londinese CMC Markets.

10.15  – Bulgari unico titolo in rialzo, +0,8%

10.05 – Attualmente sono sospesi i titoli Generali, UniCredit, Fonsai, Banca Popolare di Milano, Erg.

10.00  – Continuano le vendite sul Ftse Mib (-4,28%) UniCredit (-6.41%) e Generali (-6.45%) sospese dalle contrattazioni. 

09:56 – Mentre il Ftse/Mib perde il 4,8%, i Cds su debito italiano toccano i 340 punti base, in base a Markit. 

09:45 – Il titolo UniCredit viene messo in asta di volatilità a Piazza Affari. Intesa Sanpaolo perde il 7,10 per cento. 

09:42 – Per la prima volta dal 1997 il rendimento dei titoli di Stato italiani tocca quota 6,00%. Cresce lo spread coi Bund tedeschi.

09:35 – I Cds sull’Italia toccano quota 325 punti base sulla piattaforma Markit. È il massimo storico.

09:21 – Milano, 12 lug. – (Adnkronos) – Avvio di giornata in rosso per le piazze finanziarie europee. Il Dax di Francoforte cede il 2,27% a 7.067 punti, mentre l’indice Psi 20 di Lisbona lascia sul terreno il 2,15%. Parigi perde l’1,8%; Londra -1,51%; Bruxelles -1,63%; Madrid – 1,59%; Zurigo -1,51% e Amsterdam -1,50%.

09:18 – Milano, 12 lug. – (Adnkronos) – A pochi minuti dall’avvio delle negoziazioni, Piazza Affari incrementa il ribasso e cede il 4,17% a 17.500 punti, mentre l’All Share lascia sul terreno il 3,84% a 18.311 punti.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta