“Farmaco vietato offresi”: e i giudici sequestrano una sezione di Alfemminile.com

“Farmaco vietato offresi”: e i giudici sequestrano una sezione di Alfemminile.com

Per pochi furbi pagano tutti. Anche online. I Nas di Roma hanno sequestrato preventivamente la sezione “Forma, salute e benessere” del forum alfemminile.com, uno degli spazi di discussione più popolari in rete. La misura è stata richiesta dal Gip del tribunale di Savona.

Perché sequestrare 2,8 milioni di messaggi? Perché tra le centinaia di migliaia di utenti si erano infiltrati alcuni trafficanti di farmaci vietati. I cosiddetti prodotti “antifame”, che aiutano a dimagrire togliendo il senso di appetito causando, però, danni anche gravi al cuore e alla circolazione del sangue. Sostanze che il ministero della Salute ha messo al bando dallo scorso 2 agosto. A quanto risulta i trafficanti riuscivano a pubblicizzare e poi a piazzare i medicinali proprio attraverso il forum. L’indagine è partita da lontano: dal gennaio 2010. E da allora ha portato già a tre arresti e sessanta denunce a piede libero.

Ma non si tratta di mera cronaca giudiziaria. Di mezzo c’è anche la libertà di espressione. Perché, secondo l’avvocato Fulvio Sarzana, esperto di diritto informatico, “il sequestro preventivo non pare dettato da una reale necessità. Sembra piuttosto una misura punitiva per il forum alfemminile.com”. Possibile che in oltre un anno di indagine gli investigatori non siano riusciti a isolare i messaggi e gli utenti sospetti? Eppure la procedura si conosce ed è anche piuttosto rodata: “Una volta individuati, bastava chiedere i log di accesso al sito e con queste coordinate andarli a prendere. C’era davvero bisogno di chiudere uno spazio pubblico di discussione per chissà quanti mesi?”

Sul forum che è stato appena sigillato, infatti, ogni giorno molte donne – e non solo – si scambiano idee, pareri, chiedono consigli e condividono impressioni su uno dei temi più intimi e personali: la salute. Testi che, si presume, verranno analizzati uno ad uno dagli inquirenti per trovare ulteriori prove. Ma 2,8 milioni di messaggi sono tanti per chiunque. E così, prima che la sezione riapra, potrebbero volerci mesi.

Nel passato era già successo che un forum venisse chiuso per indagini simili. Finora, però, non era mai successo a uno spazio web così popolare. Secondo i dati forniti dalla filiale italiana del gruppo editoriale internazionale aufeminin.com si parla di 4,9 milioni di utenti unici al mese e 94 milioni di pagine viste solo tra agosto e settembre. Di cui la sezione “incriminata” rappresenta solo lo 0,29%.

Cosa succederà adesso? Alfemminile.com potrebbe chiedere che la chiusura preventiva venga ridiscussa dal Tribunale del riesame. Lo staff del sito non conferma né smentisce: “Sono in corso indagini e non possiamo ancora dire nulla al proposito”, anche se si da per certo che il sito si costituirà “parte civile per i danni d’immagine e i danni economici diretti derivanti da questa situazione”. 

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club