Gli Usa attendono il piano Obama sull’occupazione

Gli Usa attendono il piano Obama sull’occupazione

Apertura del Financial Times dedicata alla Libia. La produzione petrolifera del Paese nordafricano non sarà a pieno regime prima di fine 2012, a essere ottimisti. http://goo.gl/k8kNE

Sempre sul Ft, per la prima volta nella storia il rendimento dei titoli di Stato tedeschi con scadenza a 10 anni sono scesi all’1,85 per cento. Gli investitori cercano spasmodicamente un porto sicuro. http://goo.gl/R2TgK

Editoriale di fuoco a firma di Gideon Rachman sull’Ft: Angela Merkel non ha la leadership per traghettare l’Europa fuori dalla crisi dei debiti sovrani. http://goo.gl/B9xtW

Invecchiamento della popolazione, attività economica ferma, debito ingente. Il Wall Street Journal mette in prima pagina gli elementi che più preoccupano gli investitori sull’Europa. http://goo.gl/bFWP3

Sempre sul Wsj, dopo un intervento al Labour Day incentrato su minori tasse per i lavoratori e il lancio di un piano infrastrutturale, oggi è atteso il piano di Obama per il mercato del lavoro, che ad agosto è rimasto sui livelli di luglio. http://goo.gl/wcPFd

Jiang Yu, portavoce del ministro degli Esteri cinese, ha confermato che lo scorso giugno emissari di Gheddafi sono andati in Cina per incontrare alcuni produttori di armi. Una notizia che complicherà le relazioni tra Pechino e Tripoli, scrive il Wsj. http://goo.gl/FzB3T

Sul New York Times, emergono nuovi particolari sulle informazioni riservate dell’ambasciata israeliana a Washington che il traduttore israeliano dell’Fbi Shamai Leibowitz ha passato a un blogger, costategli 20 mesi di reclusione. http://goo.gl/mtqxx

La popolarità dell’amministrazione Obama è ai minimi da tre anni, scrive il Washington Post, secondo un sondaggio condotto dallo stesso giornale con la rete Abc News. http://goo.gl/Ty9l3

Su The Atlantic, interessantissima analisi sui cambiamenti del mercato del lavoro americano, dalle fattorie alle industrie, dalle industrie agli internet cafe, in 150 anni. http://goo.gl/zzi2K

«L’Mi6 sapeva che mi avevano torturato», dice il capo della sicurezza dei ribelli libici Abdhelakim Belhaj all’Independent. Ex leader islamista, venne consegnato al regime di Gheddafi proprio dal servizio segreto inglese (Mi6), ora al centro di un caso diplomatico internazionale. http://goo.gl/1GiSS

Sul Telegraph, lo staff di David Cameron avrebbe commissionato segretamente un parere legale sulla direttiva europea riguardante i lavoratori interinali, che dopo un anno di assunzione avrebbero gli stessi diritti dei lavoratori full time su ferie e maternità. http://goo.gl/6g6mM

Su Le Monde, il tribunale di Parigi ha concesso ieri all’ex presidente della Repubblica Jacques Chirac di farsi rappresentare dai suoi avvocati per via delle sue precarie condizioni di salute. http://goo.gl/8qo19

Su Le Figaro, il processo contro il dott. Bonnemaison dell’ospedale di Bayonne, incarcerato perché sospettato di aver aiutato a morire quattro pazienti malati cronici, accende il dibattito sull’eutanasia in Francia. http://goo.gl/jxLDM

Il settimanale tedesco Die Zeit conta i voti necessari all’approvazione del fondo Efsf al Bundestag, sostenendo che la maggioranza guidata da Angela Merkel avrebbe margini sempre più ristretti. http://goo.gl/HiULj

Su El Economista il ministro delle Finanze spagnolo, Elena Salgado, ha rassicurato i cittadini iberici che il Paese «non entrerà in recessione né avrà bisogno di un salvataggio». http://goo.gl/Gj0eC

Su O Globo, quoditiano brasiliano, alcuni produttori d’auto come Volkswagen, Fiat, Ford e Scania hanno deciso di mandare in ferie gli operai e sospendere alcuni stabilimenti per esaurire l’invenduto. http://goo.gl/YGcxH