E De Bortoli twittò sui poteri forti, storti e (soprattutto) morti

E De Bortoli twittò sui poteri forti, storti e (soprattutto) morti

“Poteri forti, poteri storti, poteri morti”. Così twittò Ferruccio De Bortoli, il direttore del Corriere della Sera. Un direttore che non perde mai l’aplomb, anche oggi ha mantenuto un contegno proverbiale, un decoro simile a quello del suo elegante rotacismo. Ma stavolta, a quel Monti che parlava di avere contro “i poteri forti”, ha risposto con un’enigmatica rima. Assegnate voi l’aggettivo che volete, al potere che preferite.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club