Dalla California alla Sardegna, vacanze senza smartphone e tablet

Dalla California alla Sardegna, vacanze senza smartphone e tablet

Ci sono hotel che offrono percorsi benessere per depurarsi dalle tossine, quelli che propongono massaggi per alleviare lo stress da lavoro e ora arrivano anche i “digital detox”. Cosa sono? Si tratta di resort che aiutano a staccare la spina dal tran tran di tutti giorni, partendo proprio dalla disintossicazione digitale. Smartphone, tablet, computer e ipod vengono consegnati all’arrivo. E le stanze non hanno né televisione né connessione wireless. L’idea arriva dagli Stati Uniti, dove, secondo l’ultimo studio di Good Technology, l’80% di chi usa strumenti digitali per lavorare continua a farlo anche fuori dall’ufficio, per un totale di un giorno di lavoro in più al mese. E il risultato è l’incapacità di rilassarsi anche nei momenti di risposo.

Per questo i “digital detox” permettono di staccare la spina in tutti i sensi. Si nuota in piscina, si prende il sole, si fanno lunghe passeggiate, si seguono corsi di meditazione, yoga e pilates e si sollevano finalmente gli occhi da qualsiasi tipo di schermo, tornando a guardare gli alberi, il cielo e i paesaggi. Una vacanza che è ormai una moda negli Stati Uniti, dove anche Bill Gates prende una settimana all’anno, la famosa “think week”, solo per pensare.

La disintossicazione dal digitale, come previsto, è anche diventato un business. Tra i migliori alberghi, c’è il californiano Post Ranch Inn Big Sur, considerato uno degli hotel americani più belli, da tempo destinazione dei ricchi della Silicon Valley. Nella lussuosa struttura a picco sulla costa, le camere sono prive di tv e wi-fi e offrono viste mozzafiato sull’Oceano e sulla montagna. A Saint Vincent e Grenadine, nei Caraibi, viene offerto invece un apposito programma di disintossicazione dal digitale. «Hai bisogno di fare un vero break? Di dare un taglio alle mail fastidiose e agli aggiornamenti costanti? Non cercare altrove, devi solo abituarti al suono delle onde che lambiscono la spiaggia», propaganda il sito. Costo di una settimana: 3mila dollari.

Il fenomeno in Italia è ancora agli inizi, vista la scarsa diffusione di banda larga e wi-fi. Ma anche da noi non mancano le offerte ‘digital detox’. In Sardegna, sull’Isola di San Pietro a Carloforte, circondato da mirto e macchia mediterranea c’é il Poecylia Resort. Non ha tv, né telefono, né internet, né frigobar, né aria condizionata in camera proprio per godersi la pace e l’energia del paesaggio senza interferenze hi-tech. State tranquilli, però: non morirete dal caldo.  Le stanze, precisano,«sono fresche naturalmente grazie al modo in cui sono state concepite e costruite».