Oncologia: personalizzazione delle cure, rispetto del tempo, consenso informato.

Oncologia: personalizzazione delle cure, rispetto del tempo, consenso informato.

Secondo il Rapporto “Oncologia: personalizzazione delle cure, rispetto del tempo, consenso informato. Focus sul cancro al colon retto” pubblicato da Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato con il sostegno incondizionato di Merck Serono, presentato ieri a Roma, nascere in una regione anziché in un altra, come il centro di cura dove si sceglie di essere curati, fa la differenza. Dall’esame di 33 strutture di 13 diverse Regioni, è emerso che i tempi di attesa per una prima visita variano da dieci fino a 60 giorni, mentre per un intervento di cancro del colon retto l’attesa può oscillare da 3 a 30 giorni; per la radioterapia da 10 a 30 giorni. Nel caso del cancro della mammella l’intervento va da 3 a 30 giorni e la radioterapia può essere erogata in 3 o 90 giorni. Inoltre solo il 10% delle strutture adotta sistemi di registrazione in cartella clinica del dolore, nonostante siano obbligatori. Tutto il resto del rapporto è disponibile cliccando sulla foto qui sotto.

Non si interrompe un’emozione, figuriamoci la Soncini!

X

Linkiesta senza pubblicità, per gli iscritti a Linkiesta Club

Iscriviti a Linkiesta Club