Gesù e musica disco, sbarcano in Italia le “cristoteche”

Gesù e musica disco, sbarcano in Italia le “cristoteche”

Sabato sera. Alla console “dj” Zeton, ovvero padre Joseph Anthony. Musica house, hip hop, techno, e gospel remixato. Sul maxischermo «scorrono parole del vangelo, intervallate da raffigurazioni in stile new age di Gesù e madonne tra cime innevate, fonti perenni e prati fioriti». Dove siamo? In una “cristoteca”, come descritto su Cronache Laiche. Si tratta di serate a tema che da anni hanno una grande successo a Rio de Janeiro attirando i giovani alla fede, attraverso la musica, garantendo un divertimento “puro”. I brani più gettonati appartengono al genere Christian trance, o Gospel remix, ma potete ascoltare anche il salmo 23,  riadattato in versione techno e diventato un vero successo firmato dagli Ziggybeats, suonato non solo nelle cristoteche, (vedi video sotto).

E ora le serate senza alcol, droga, sigarette (e rock and roll?) sbarcano anche in Italia, con il moto: «God’s party – divertimento allo stato “puro”- perché Dio fa festa per 1 solo peccatore convertito, più che per 99 giusti!». Per chi è interessato o semplicemente curioso la prossima tappa in Italia è il 14 agosto sulla spiaggia di Marsala, in Sicilia, al Tiburon beach. Oppure potete iniziare guardando i video su youtube, per capire se convertirvi o meno al “divertimento sano”.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter