Notizia epocale, Ridge lascia Beautiful per sempre

Notizia epocale, Ridge lascia Beautiful per sempre

A sconvolgere un’estate che scivolava, ormai tranquilla, verso Ferragosto e poi, chissà, verso la china di settembre, quest’anno non sono stati i mercati. E nemmeno la politica. Stavolta ci ha dovuto pensare Ron Moss.

Chi? Ron Moss, cioè Ridge Forrester, protagonista di Beautiful che con le sue mascelle ha fatto sospirare generazioni intere di donne sognanti, ha deciso di dire addio alla soap-opera. Troppo vecchio? Macché. Troppo stanco? Nemmeno. Il problema, fin troppo prosaico, è una questione di soldi. Troppo pochi, sembrerebbe, per giustificare altre puntate dopo le centinaia di migliaia già fatte. E allora, basta.

Del resto, era tempo. Beautiful (in inglese The Bold and the Beautiful, cioè Belli e audaciesiste dal 1987, nasce sulla Cbs, rete americana, e viene esportata in Italia (e in un altro centinaio di paesi in tutto il mondo) dove ha subito successo. In tanti, circa 450 milioni di spettatori, hanno seguito con il cuore sospeso i tira e molla di Ridge con Brooke e con Taylor, scanditi a un ritmo di matrimoni e divorzi da record. A lui la soap ha portato la gloria di essere riconosciuto da chiunque, e il privilegio di avere una voce diversa in ogni paese. In Italia perfino due: Ridge è sopravvissuto al suo storico doppiatore (Claudio Capone, morto e sostituito da Fabrizio Pucci). Ma ora basta: girare Beautiful, come Ron Moss, è diventato come una routine da impiegato. Meglio lasciare.

L’ultima puntata la girerà prima di ferragosto. Tanti cuori si spezzeranno, tante lacrime scorreranno. Scompariranno le sue mascelle? Forse, ma che importa?. Ron Moss dice addio alla soap e, forse, si guadagna un’insperata libertà.

Guarda il riassunto dei 25 anni di Beautiful fatto da Sky

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta