Il Pd cambia lo statuto per salvare i “rottamati”

Il Pd cambia lo statuto per salvare i “rottamati”

Rottamazione, ricambio, innovazione. Nel Pd non sembra si parli d’altro. Ma in teoria alle prossime elezioni politiche quasi tutti i parlamentari del partito potrebbero candidarsi di nuovo. La norma sul limite dei mandati dei deputati e senatori prevista dallo statuto è infatti stata scavalcata. Nel regolamento democratico si dice che, salvo deroghe, chi ha fatto tre mandati non è ricandidabile. Ma sulla locuzione “tre mandati” c’erano due possibili interpretazioni: 3 legislature sic et simpliciter oppure tre mandati “pieni”, ovvero 15 anni in Parlamento. 

Per leggere l’articolo completo CLICCA QUI

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta