Napoli impazzisce: sassaiola e bombe carta contro la Fornero

Napoli impazzisce: sassaiola e bombe carta contro la Fornero

Tafferugli e scontri tra studenti e forze dell’ordine: l’obiettivo era una protesta contro il ministro del lavoro Elsa Fornero, che si incontrava alla mostra d’Oltremare con l’omologo tedesco Ursula von Der Leyen.

Studenti e disoccupati hanno tentato di sfondare il cordone lanciando pietre, bottiglie, petardi, e bombe carta. Avevano, pronti per la guerriglia, anche scudi di plexiglass. La polizia e i carabinieri hanno risposto: manovre di alleggerimento, lacrimogeni per disperdere la folla. I dimostranti si sono riforniti di bottiglie sfondando le campane che raccolgono il vetro. 

Il bilancio degli scontri:  un ufficiale dei carabinieri contuso e alcuni poliziotti.

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta