Pd: “Niente governissimo. Piena fiducia in Napolitano”

La decisione del Partito Democratico

Dopo il colloquio con Giorgio Napolitano

Enrico Letta: «Abbiamo cercato il coinvolgimento di tutti per una riforma della politica in una fase di assenza di crediblità delle istituzioni, abbiamo cercato un coinvolgimento per le riforme costituzioanli: Senato delle regioni, riduzione dei parlamentari, riduzione delle province e una nuova legge elettorale».

«Per noi il luogo della convenzione costituente per una legittimazione reciproca di tutte le forze politiche. Le riforme costituzionali vanno fatte a maggioranza larga. Per far partire questo processo abbiamo proposto un governo centrato su economia dell’emergenza sociale e moralizzazione della vita politica».

«Lo scontro aspro tra forze politiche avvenuto negli anni scorsi e alla fine della scorsa legislatura non rendono ideoneo un governissimo tra le forze politiche tradizionali».

«Abbiamo ascoltato troppi no in questi giorni. Che rischiano di negare che un cambiamento possa avvenire. È con rammarico che abbiamo ascoltato questi no. Al Presidente della Repubblica abbiamo espresso fiducia piena e profonda gratitudine, ripetendo che non mancherà il nostro supporto responsabile alle decisioni che lui prenderà»

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter