Perché la gente cerca su Google «come fare succhiotti»?

Zeitgeist: i trend su internet

Succhiotto. Succhiotti. Ho passato tutta la sera a farmi schioccare in bocca questa parola, così rotonda e sonora: «succhiotto». Poco prima ero stato preso da un’improvvisa urgenza di addentare lo spirito del tempo. E mi ero addentrato tra le pagine del Google Zeitgeist; il resoconto della nostra coscienza di massa su internet. La lista annuale delle cose che davvero ci interessano e che cerchiamo in branco sul web. Un succo concentrato della nostra esistenza.

Tra le più interessanti top ten c’è quella della sezione “come fare”. Ovviamente il primo posto (ci avrei scommesso qualcosa di importante per la mia mascolinità) è per distacco occupato dalla domanda delle domande: «Come fare Sesso». Seguono una serie di “come si fa” piuttosto sensati. Sul secondo gradino del podio «Come fare un Clistere» (e mi pare che sia un bene padroneggiare la tecnica); sul terzo «Come fare il Pizzetto» (ovvio, in un Paese di uomini vanitosi, sempre davanti allo specchio). Poi l’esistenziale «Come fare innamorare», l’art&crafts di «Come fare braccialetti», il sempre più di moda «Come fare tatuaggi», il goloso «Come fare il mascarpone». All’ottavo posto (siamo o no un marinaresco popolo di navigatori?) «Come fare nodi»; al decimo, il ginnico «Come fare Stretching». Avete ragione, ho saltato la nona piazza. Perché è quella la domanda che più mi ha stupito. Milioni di italiani (e di italiane) hanno ricercato su Google nell’anno domini 2012 «Come fare Succhiotti». Richiesta di informazioni che mi è parsa bizzarra, visto che l’attività in oggetto non sembrerebbe richiedere la padronanza di un know-how troppo complesso.

«Ma», mi sono chiesto, «se è strano farsi una domanda del genere, chi diavolo è che si mette d’impegno per dare una risposta a un simile quesito?». E subito ho cliccato. Le risposte (al momento) sono oltre settemila. In testa – come quasi sempre in questi casi – il forum, bibbia degli adolescenti, Yahoo! Answers. L’utente patatalove chiedeva, nel 2007, «Aiuto!!come fare un bel succhiotto???». E argomentava: «aiutoo non riesco a fare i succhiotti!!ma devo trattenere il fiato mentre lo faccio??come faccio a fare rimanere il segno delle labbra??…mentre lo faccio devo appoggiare la lingua alla pelle??aiuto ho 1000 dubbi…l’unico succhiotto ke ho fatto….è stato 1 pallino rosso!!grazie in anticipo».

La miglior risposta scelta dall’utente era quella di un certo signor Megalomane: «Ecco come si fa: appoggia le labbra alla pelle,non tanto aperta,coi denti, anche quelli un pò aperti,devi prendere un po di pelle(senza stringere chiaramente) e con la punta della lingua comincia a leccare questo lembo di pelle.A questo punto sei pronta:comincia a succhiare(come da una cannuccia)più volte,senza aprire la bocca(cercando di non fare uscire l’aria), ogni volta che succhi mantieni sempre il lembo di pelle tra i denti senza stringere,ma anche senza lasciare la presa.Prova nel tuo braccio». Consiglio quest’ultimo suggerito anche da altri: «allenati con il tuo braccio». Non mancava il cinicone di turno (un certo Eddy): «Se non riesci a lasciare il segno del succhiotto dagli un morso e lasciagli una cicatrice! Quella e’ per sempre! Ma guarda te che gente….ahhh! Beata gioventu’…».

Dal 2007 in poi Yahoo! Answer pullula di altri forum aperti sul tema: «Come fare un succhiotto?»; «Come fare succhiotti?»; «Suggerimenti su come fare succhiotti?»; «Come fare un succhiotto?». 

Ma andiamo oltre. Il sito giovanilistico comesibacia.it dedica al succhiotto, definito «annoso problema» una sezione. «Come si fa il succhiotto?». Il tono è rassicurante: «Nulla di più semplice. Nell’atto di baciare sul collo il/la partner, aprite le labbra e iniziate a lambire la pelle, ovviamente non fatelo troppo forte otterreste un effetto vampiro 😉 con fastidio e dolore. Il risultato che otterrete sarà una chiazza (tipo livido) più o meno scura a seconda del tempo e dell’intensità con cui avrete succhiato». Segue parte responsabilizzante/paternalistica con infarinatura di distinzione tra colpa e dolo: «Ovviamente non è una pratica da fare, almeno in maniera volontaria, anche perché in genere il succhiotto non è graditissimo dalla maggior parte delle persone, per cui un conto è ritrovarselo senza che sia stata una volontà nel farlo, e un conto è che venga fatto apposta (potrebbe sembrare quasi un dispetto se non è gradito)». Seguono altre specifiche.

Anche il forum alfemminile.com dedica molte discussioni al tema. Il più gettonato, risalente all’agosto 2011 è il thread «Vi pregooo come si fanno i cosi detti succhiotti??????». Era sara8802 a lanciare l’interrogativo, spiegando «Ciao sto da quattro mesi con un ragazzo fantastico lui vorrebbe che io gli facessi un succhiotto, ma io non ne ho mai fatti e non voglio deluderlo quindi mi servirebbero un po di consigli.. Grazie a tutti». Questa la miglior sintesi, tra i rispondenti: «nn è il tempo che serve per fare il succhiotto ma l’intensità del succhiare nn so se rendo l’idea».

Su comefare.info la domanda assume i toni della biografia e dell’esperienza: «Avete mai fatto un succhiotto nella vostra vita?». Seguono considerazioni: «Il succhiotto è una pratica molto diffusa, e direi anche molto divertente fra le coppie […]. I succhiotti sono un segno di passione, ma è anche un segno di possesso della persona che ce l’ha fatto; è marchiare il proprio territorio. Ma come si fa un un bel succhiotto? Fare un succhiotto è una cosa semplicissima! Il succhiotto classico lo si fa sul collo, poi se noi lo vogliamo fare in altri parti del corpo, siamo liberissimo di farlo, se avremo il permesso..».

Anche nella sezione sessualità di domanderisposte.tuttogratis.it non mancano gli utili insegnamenti: «Che cosa c’è di difficile nel fare un succhiotto? Appoggi le labbra sulla pelle e succhi, possibilmente senza sbavare, toglie la poesia del momento». E «Non è poi così difficile fare un succhiotto, appoggi le labbra, posizioni la lingua in mezzo e cominci a succhiare fino a che non rompi i capillari e fai venire un bel livido. Poi procurati del fondo tinta per coprire il misfatto». Eh sì, perché ora, fatto il succhiotto, c’è l’imbarazzo e il bisogno di nasconderlo.

Come fare? qua i tutorial si sprecano, soprattutto su Youtube, dai video d’autore (di note trasmissioni della Fox: Sex Education Show) a quelli tremolanti e fai-da-te. Si può usare un cucchiaio freddo di freezer, un pettine, una monetina… e, cosa più risolutiva, una sciarpa o un bel maglione a collo alto (sempre che non sia agosto).

 https://www.youtube.com/embed/su8a4V3Px64/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Per le donne c’è poi la soluzione trucco (fondotinta et similia). E qui l’argomento è trattato nel dettaglio:

 https://www.youtube.com/embed/PmWMgDKFBYY/?rel=0&enablejsapi=1&autoplay=0&hl=it-IT 

Anche il forum della rivista Cosmopolitan cerca di dare una mano alla povera kitty2004 che si trova in un brutto guaio: «Vi prego…datemi una mano… tra meno di otto ore devo andare a lavorare e c’ho tutto il collo pieno di succhiotti..io a quello lo ammazzo..come diavolo faccio a farli sparire? considerate che lavoro in divisa(niente collo alto) e devo portare sempre i capelli raccolti..:(». Intanto la solidarietà: «e ti posso dire che ti capisco benissimo!!! siiighh il mio ragazzo è uno squalo». Poi le possibili cure: ghiaccio a volontà, correttore verde, cipria, fondotinta, pomate…

C’è anche chi (un signore leccese, a quanto appare dal registro dei domini web) ha intravisto un business nel succhiotto, e ha registrato, il 12 dicembre 2012, un intero sito sul tema: www.ilsucchiotto.it. Essenziale, presenta una «guida in sette mosse per succhiotti irresistibili». Per lasciare «il morso del grande amore» servirebbero «tra i 20 e i 30 secondi» di succhiata. Un trucco del mestiere? «[Opzionale] Per rendere il succhiotto più scuro. Se vuoi che il succhiotto sia più grande o più scuro, torna con le labbra nello stesso punto e ripeti il processo di nuovo».

Wikipedia arriva in ritardo, solo nella seconda pagina dei risultati di Google, perché non ha una pagina ad hoc. Il succhiotto è rubricato sotto la voce «Segni di suggellazione». Ancora più lontana la linguistica, con le sue traduzioni, per gli amanti internazionali. In inglese, comunque, dovesse capitarvi, si dice hickey o love bite («morso d’amore»).  

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter