Lo striscione antisemita dei tifosi della Lazio

«La storia è sempre quella sul petto vuoi la stella» Terribile gioco di parole dei laziali

Con la Shoah non si scherza. Ma i tifosi della Lazio sembra non abbiano ancora imparato la lezione, dopo i tanti richiami per cori e striscioni contro gli ebrei. E così durante il derby hanno esposto lo striscione «La storia è sempre quella, sul petto vuoi la stella». Il gioco di parole è sottile, ma tremendo allo stesso tempo. La Roma avrebbe avuto la stella d’argento sulla maglia se avesse vinto la decima Coppa Italia. Ma il riferimento alla storia è a quella gialla che marchiava il popolo ebraico durante la persecuzione dei nazisti: un paragone disgustoso. Ma il giudice sportivo che squalifica la curva della Roma per i cori contro Balotelli, poi, davanti a questi striscioni, non dice nulla? Per fortuna che il presidente del Coni, Giovanni Malagò, aveva detto: «Complimenti alle due tifoserie. Si sono comportate benissimo, facendo un grande spettacolo sugli spalti. Città e tifosi hanno mostrato maturità. Curve strepitose, anche ironiche». Ironiche? Abbiamo letto bene?

Scritta antisemita comparsa nel quartiere Prati probabilmente durante la notte, scrive “Il Messaggero”

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta