Ambasciatore ubriaco in arresto: italiano? No, svizzero

Tragicomica figura dell’ambasciatore elvetico a Parigi: arrestato in stato di ebbrezza

C’era una volta il rigore svizzero, la precisione e il garbo con cui i cittadini elvetici si muovevano per il mondo. Ordinati, puntuali, mai in disordine, sempre attenti, rispettosi degli altri e mai furbetti, anzi i primi ad ammettere le proprie colpe. Ma si vede che anche in Svizzera le cose stanno cambiando. Succede così che l’ambasciatore elvetico presso l’Ocse è stato fermato nel centro di Parigi dopo una rocambolesca fuga in auto. La polizia è stata costretta sparare alle ruote della sua berlina Mercedes per bloccarlo. Solo l’immunità diplomatica ha consentito a Stefan Flueckiger, che aveva un alto tasso alcolico nel sangue, di rimanere a piede libero. Nelle prime ore di lunedì, il diplomatico elvetico non si era fermato all’alt degli agenti su Boulevard Saint Germain e poi ha lanciato l’auto a tutta velocità, senza frenare neppure dopo gli spari alle gomme. E se fosse successo a un diplomatico italiano?