Italia in vendita: la comprano i cinesi su internet

Storie d’estate

Da Il Secolo XIX

«Dall’hotel in zona Principe alla caffetteria al Porto Antico, dal capannone industriale a Savignone all’appartamento con vista panoramica nella riviera di Ponente, il vecchio cartello “vendesi” ha bisogno di un aggiornamento con traduzione in mandarino per essere appetibile anche dai compratori con gli occhi a mandorla».

La Liguria è in vendita, racconta il Secolo XIX, e a comprarla sono per lo più acquirenti cinesi. Il quotidiano non è nuovo al tema. Dopo aver raccontato di locali genovesi acquistati da cordate di famiglie cinesi, o di Davide Fornaro, titolare del Bar Sport, nel centro di Finale Ligure, che ha ceduto la storica attività di famiglia al cinese Senqiang Hong, salvo poi restare a lavorare nel bar come dipendente, ora si diverte a passare in rassegna tutti gli annunci liguri pubblicati su www.vendereaicinesi.it.

Alcuni annunci pubblicati sul sito Vendereaicinesi.it e relativi alla regione liguria

Vendereaicinesi.it è un sito creato da un ragazzo italo-cinese, Alessandro Zhou, insieme a un imprenditore italiano del ramo della ristorazione, Alberto Toppino. Da febbraio, questo sito che ha sede a Cuneo, pubblica online gli annunci di attività e immobili in vendita in tutta Italia. In italiano e in cinese. Quelli relativi alla Liguria, scrive Il Secolo, sono una sessantina.

«Quanto alla tipologia di offerte – racconta Il Secolo – si trova davvero di tutto. L’ultimo inserito, ieri mattina, è un bar-tavola calda del centro di Genova: “Locale lussuosamente arredato, ottimo stato, multifunzionale colazione pranzo aperitivo, ampia metratura, 50 posti a sedere più bancone bar, plurivetrinato, dotato di magazzino. Situato in zona uffici, scuole e commerciale, comodo ai mezzi pubblici”, il prezzo proposto è di 205mila euro».

A dominare tra gli annunci sono i locali per la ristorazione e i bar, «anche ben avviati e in posizione invidiabile», spiega il quotidiano, come una gelateria del Porto Antico. Ma in vendita ci sono anche un’azienda manifatturiera del legno di Ceranesi, e un’«avviatissima» focacceria e pizzeria al taglio di Finale Ligure. O l’offerta «di uno sbalorditivo appartamento» vista mare di Lerici, in vendita a 1 milione e 700mila euro.
Tra le offerte anche lo stabilimento balneare di Alassio, il centro estetico «in zona residenziale» a Genova.

I cinesi, conclude il quotidiano, «pagano “cash” e senza troppe storie e possono permettersi una spesa inferiore per il personale, visto che spesso a lavorare sono familiari. E così, pezzo dopo pezzo, la Liguria si mette in vetrina per il dragone».

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter