Madonna, i 55 anni della regina del Pop

Cinque video

Doppio appuntamento per la popstar di origini italiane: 55 anni di vita (oggi) e 30 di carriera. Una delle donne più rilevanti di questi decenni (è entrata nel Guinness dei Primati per essere arrivata a 300 milioni di dischi venduti nel mondo intero) sta festeggiando, con qualche ruga in più e un fisico mozzafiato, mentre prepara il MDNA World Tour, CD e DVD in uscita il prossimo 10 settembre che celebrerà questi mesi di concerti in giro per il mondo.

In un’intervista del 1983, Miss Ciccone aveva affermato:

«Le persone non sanno ancora quanto io sia brava, ma lo scopriranno presto. Nel giro di qualche anno tutti lo sapranno. Ho progettato di diventare una delle star più grandi di questo secolo» 

Inutile dirlo: non si trattava di una strana e utopica ambizione. Con i suoi 23 album pubblicati in tutto il mondo, ha conquistato intere generazioni e con le sue canzoni è riuscita a raccontarsi e a raccontare. Senza alcuna censura.

Le canzoni più celebri di MDNA

Like a Virgin. Canzone del 1984, che ha dato il nome al suo secondo album: ha venduto oltre 21 milioni di copie.

Papa Don’t Preach. Uscita nel 1986, ha suscitato numerose critiche, soprattutto dalle associazioni abortiste.

Vogue. E’ il primo singolo estratto dall’album I’m Breathless (1990). Il video è considerato uno dei più belli dell’artista: con la sua atmosfera in bianco e nero, richiama un set fotografico. 

Celebration. Datato 2009, è ormai un must della discografia di Madonna. Il testo invita tutti ad unirsi alla festa e a ballare. 

Turn up the radio. Girato a Firenze lo scorso anno, è un omaggio al nostro paese. Alla fine del video, l’autista della macchina che accompagna la star in giro per la città dice (in un perfetto italiano): “La festa è finita. Adesso allacciati la cintura, stronzetta!”.

Twitter: @giovanniferrar

Entra nel club de Linkiesta

Il nostro giornale è gratuito e accessibile a tutti, ma per mantenere l’indipendenza abbiamo anche bisogno dell’aiuto dei lettori. Siamo sicuri che arriverà perché chi ci legge sa che un giornale d’opinione è un ingrediente necessario per una società adulta.

Se credi che Linkiesta e le altre testate che abbiamo lanciato, EuropeaGastronomika e la newsletter Corona Economy, così come i giornali di carta e la nuova rivista letteraria K, siano uno strumento utile, questo è il momento di darci una mano. 

Entra nel Club degli amici de Linkiesta e grazie comunque.

Sostieni Linkiesta