FotonotiziaIl Sud Sudan sull’orlo di una guerra civile

fotonotizia

Sud Sudan nel caos. Il più giovane stato africano, due anni e mezzo dopo la secessione con il Sudan, è sull’orlo della guerra civile. Una situazione sempre più grave con scontri a fuoco ormai in tutti i punti della citta’ devastata dal conflitto tra due fazioni, quella del presidente Salva Kiir e del suo vice Riek Machar. La città è sotto coprifuoco e sono già 13.000 i civili che sono stati accolti nelle due basi a Giuba dell’Unmiss, la Missione delle Nazioni Unite nel Sud Sudan, secondo quanto riporta l’inviato speciale Onu nel Paese africano, Hilde Johnson. Lo sorso 17 dicembre, dopo quindici ore di combattimenti per le strade della capitale Giuba, il governo ha fatto sapere di aver sventato un colpo di stato e di aver arrestato l’ex ministro delle Finanze Kosti Manibe e altre nove persone. Ricercati il vice presidente Riek Machar, probabilmente la mente del golpe, e altri quattro.
Il bilancio complessivo delle vittime in una settimana è già arrivato a 500 morti. Di fronte all’emergenza, gli Usa hanno annunciato di aver chiuso la rappresentanza diplomatica e di aver rimpatriato lo staff “non essenziale” fino a che la situazione non sarà risolta. Anche la Farnesina, sul suo sito Viaggiare Sicuri, ha invitato gli italiani a non viaggiare nel paese (Agi).