No alle bambole, giocattoli oltre gli stereotipi

Niente più “roba da femmine”

Alla monaca di Monza, da piccola, regalavano delle suore di pezza perché cominciasse già a capire come sarebbe stata la sua vita. Alle bambine oggi sono destinate bambole, pentole, assi da stiro e ai maschi mostri, macchinine, gru e fucili. Dalle pubblicità ai cataloghi, dagli scaffali dei negozi ai siti online, la divisione dei giocattoli è rigorosamente per genere. Eppure i bambini, soprattutto sotto i tre anni, fanno le loro scelte chiedendo solo ciò che gli piace: maschi che chiedono passeggini, femmine che vogliono costruzioni.

Finalmente in Italia è arrivato il primo gioco che supera gli stereotipi, di genere ma non solo. L’ha inventato una giovane ricercatrice, Barbara Imbergamo, che finanziandosi con il fund raising ha creato le carte gioco Cuntala (“raccontala”) per inventare storie. Il meccanismo del gioco non è nuovo, ma qui per la prima volta trovano spazio personaggi che superano gli stereotipi di genere e culturali: donne sindaco o che lavorano come muratori, e uomini ostetrici, esploratrici ed esploratori, ruspiste, uomini che fanno il caffè, famiglie multiculturali, coppie omosessuali e così via.

ECCO LE CARTE DA GIOCO “CUNTALA”

All’estero qualcuno ha provato a superare il sessismo nei giochi. Il primo a proporlo fu, a fine Ottocento, l’austriaco Rudolf Steiner: ancora oggi le bambole steineriane sono “unisex” e destinate a bambini e bambine.

BAMBOLE STEINERIANE

Oggi i giochi che superano gli stereotipi di genere sono diffusi soprattutto in Svezia, tanto che la catena americana “Toys R Us” ha fatto un catalogo destinato al mercato svedese dove si superano le differenze maschi/femmine, ma sul proprio sito i balocchi sono divisi rigorosamente per boys e per girls.

CATALOGO

Intenzione analoga quella della californiana Goldiblox, società fondata dall’ingegnere Debra Sterling, che produce giochi destinati alle bambine per incentivarle a sognare di diventare ingegneri anziché ballerine, dato che oggi l’89% dei tecnici sono uomini.

LA CAMPAGNA GOLDIBLOX

Anche la Mattel ha fatto di Barbie una donna capace di passare dalle passerelle alla cabina di pilotaggio di un aereo, anche se per la maggiore continuano ad andare i mestieri “femminili” e ha fatto scalpore la differenza di prezzo delle bambole in base alla professione svolta: la Barbie pilota è tra le più economiche.

BARBIE PILOTA

L’americana Hasbro (la società che produce i Transformers e i My Little Pony) per il mercato nord europeo ha lanciato il forno Easy bake Oven per maschi, identico a quello per le bambine ma con colori più neutri. Ma questo forse resta uno stereotipo: se a casa cucinano soprattutto le donne, la maggior parte degli chef stellati sono uomini.

FORNO EASY BAKE OVEN PER MASCHI