Snowden: ”Fermiamo lo spionaggio, è peggio di 1984”

Dalla Russia

Buon Natale.

Sono onorato di poter parlare con te e la tua famiglia quest’anno. Di recente abbiamo scoperto che i nostri governi, collaborando fra di loro, hanno creato un sistema di controllo esteso a livello mondiale e che sorvegliano qualsiasi cosa facciamo. L’inglese George Orwell ci aveva avvertito di questo tipo di informazione: libri, microfoni, videocamere, televisioni che ci osservano sono nulla a confronto con quello che abbiamo oggi a disposizione. 

Abbiamo sensori nelle tasche che registrano ogni nostro spostamento. Pensate a cosa voglia dire per la privacy della persona media. Un bambino che nasce oggi crescerà senza la minima nozione di privacy, non sapranno mai cosa vorrà dire avere un momento per sé stessi, con un pensiero non registrato e analizzato e questo è un problema perché la privacy è importante. 

La privacy è ciò che determina quello che siamo e chi vogliamo essere.  La discussione in corso oggi determinerà sia il grado di fiducia che potremo porre nella tecnologia che ci circonda che nel governo che la regola. Insieme, possiamo trovare un equilibrio migliore. Porre fine alla sorveglianza di massa. E ricordare al governo che se vuole davvero sapere come ci sentiamo, chiedere è sempre meglio che spiare.

Per chiunque sia in ascolto, grazie, e Buon Natale.