Un appello per la scelta del presidente Invalsi

Un appello per la scelta del presidente Invalsi

Forse non tutti sanno cos’è l’Invalsi. Quelli con figli in età scolare sicuramente sì. Si tratta dell’istituto che organizza le prove standardizzate che vengono sottoposte agli scolari italiani allo scopo di valutare le loro conoscenze e di misurare l’evoluzione del loro apprendimento. Si tratta di un’analisi censuaria che, ripetuta di anno in anno, permette di avere una mappa completa dello stato della scuola italiana, punti di forza e di debolezza. Uno strumento di informazione, insomma, che serve ai genitori, al governo e al parlamento per prendere decisioni informate.

In seguito alle dimissioni dell’ultimo presidente, Paolo Sestito, il Ministro Carrozza ha insediato una commissione incaricata di selezionare i candidati tra i quali verrà individuato il nuovo presidente dell’istituto. La commissione è composta da Tullio De Mauro (presidente), Benedetto Vertecchi, Clotilde Pontecorvo, Cristina Lavinio e Giorgio Israel.

Siamo sicuri che la commissione e il ministro, consci del valore informativo e dell’utilità delle prove standardizzate, individueranno una persona che guiderà l’istituto nel solco tracciato dai precedenti presidenti Paolo Sestito e Piero Cipollone, illustri economisti.

Il timore è che, se questo non avverrà, la cultura della valutazione, della trasparenza e delle scelte informate – che a fatica si sta diffondendo in Italia – subisca una brusca battuta d’arresto. Antonio Schizzerotto ne ha scritto su LaVoce in modo del tutto condivisibile.

Per questo motivo Link Tank invita a firmare l’appello a che questo non avvenga seguendo il link.