Ecco perché la vostra storia d’amore finirà male

Calcolo delle probabilità

A quanto pare, ogni giorno ci sono 3 milioni di primi appuntamenti. Cioè, tre milioni di possibilità di trasformare un incontro casuale in qualcosa di più significativo, di scoprire la persona giusta per passarci il resto della vita, o anche di trovare l’ennesimo bidone incompatibile e finire nella lista delle persone che muoiono senza essersi mai sposate (non tante: negli Usa sono il 5,4%)

Il punto è questo: che un incontro finisca male è molto, ma molto, probabile. Di sicuro, molto di più rispetto alla possibilità che finisca bene, cioè che culmini in una bella storia d’amore, un matrimonio o simili etc. etc.

Lo illustra bene questa infografica, creata da David McCandless e Lee Byron, che hanno integrato dati e statistiche presi da ogni parte (anche da Yahoo Answers). Dal numero (molto alto) di incontri, si va a incompatibilità più o meno immediate, che continua con una mortalità diffusa dei fidanzamenti (tradimenti, disamore, distanza), fino al matrimonio – e poi al divorzio. Solo poche arrivano al traguardo. E allora forse chi la guarda troverà qualche consolazione per le sue pene d’amore (si sa, mal comune mezzo gaudio) oppure la forza, meno male, di chiudere una storia che non funziona più.

Per vedere la versione ingrandita dell’infografica, clicca qui.

Le newsletter
de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter