Quattro alternative buone (e gratuite) a WhatsApp

A colpi di messaggi

È la notizia del giorno: Facebook ha acquisito il servizio di messaggistica istantanea WhatsApp per 16 miliardi di dollari (più altri tre ai dipendenti e fondatori in azioni privilegiate). Il colpo della società di Mark Zuckerberg rappresenta l’operazione con il più alto prezzo speso per l’acquisto di una start-up tecnologica. È chiaro che dopo il gran polverone sollevato dalla notizia, noi di Linkpop non potevamo restare a guardare. E infatti, navigando in rete, abbiamo scovato questo articolo di Mashable, in cui vengono proposte quattro valide alternative al servizio di messaggistica istantanea con più utenti al mondo (oltre 450 milioni). Niente di personale contro il servizio appena acquisito da Facebook, ma se volete provare altre soluzioni ecco qualche idea.
 

Viber

Viber, società anch’essa acquistata recentemente dall’azienda di e-commerce giapponese Rakuten per poco meno di 900 milioni di dollari, offre un servizio di messaggistica istantanea e chiamata vocali ai suoi oltre 200 milioni di utenti via mobile e pc. Un’applicazione che tuttavia consente di effettuare chiamate anche a chi non è utente Viber, attraverso il sistema Viber Out. E non solo, perché c’è anche una versione desktop di questa applicazione, in modo tale che gli utenti possano sincronizzare i loro messaggi su ogni device che connettono al loro pc. Disponibile su iOS, Android, Windows Phone 8 e Blackberry.

Kik

Inizialmente disponibile, nel 2009, solo per BlackBerry anche questa applicazione offre un servizio di messaggistica istantanea a oltre cento milioni di utenti. Diversamente da WhatsApp e altri servizi concorrenti, Kik non richiede ai propri utenti il possesso di un numero telefonico. La compagnia canadese ha recentemente aggiornato la propria applicazione per Android e iOS inserendo un browser interno, in questo modo gli utenti potranno navigare e effettuare ricerche sul web, senza uscire mai dall’applicazione stessa. Disponibile su iOS, Android, Windows Phone 8 e BlackBerry.

WeChat

Anche se si è diffuso principalmente in Cina sotto forma di servizio di messaggistica, WeChat ha allargato la sua portata, divenendo un vero e proprio social network. Si tratta di un servizio che offre ai suoi utenti una varietà di modi per connettersi e condividere diversi contenuti, tra cui, oltre ai messaggi, le foto e la possibilità di fare chat di gruppo. Ma anche chiamate e videochiamate. Disponibile su iOS, Android, Windows Phone 8, BlackBerry.

Tango

Anche in questo caso parliamo di un’applicazione che mette a disposizione un servizio di messaggistica, e che sta facendo passi importanti verso la trasformazione in social network. Al di là dei classici servizi di testo, quest’applicazione offre chiamate video e vocali, possibilità di condividere foto, giochi e messaggistica riguardante temi musicali tramite il servizio Spotify. Disponibile su iOS, Android, e Windows Phone 7.