FotonotiziaTurchia in piazza contro Erdogan

Opposizione chiede dimissioni premier

Manifestazioni di protesta la notte scorsa in diverse città della Turchia per chiedere le dimissioni di Recep Tayyip Erdogan, dopo la pubblicazione su Internet di telefonate compromettenti fra il premier e il figlio Bilal. Su Youtube sono apparse registrazioni di telefonate nelle quali il premier chiede al figlio di nascondere ingenti quantità di denaro dopo l’esplosione della tangentopoli del Bosforo (Ansa). Proteste contro il premier si sono svolte in almeno 11 città, tra le quali Ankara, Istanbul, Izmir e Antalya.

L’opposizione turca ieri ha chiesto le immediate dimissioni di Erdogan.

I manifestanti sono scesi in piazza di nuovo anche nella giornata di mercoledì 26 febbraio. Migliaia di turchi protestano nella capitale Ankara, nella centrale Piazza Taksim di Istanbul e in altre città del paese, scandendo slogan come «Via i ladri» e «Governo dimettiti». Gran parte delle manifestazioni sono state organizzate dai partiti di opposizione, primo tra tutti il Partito repubblicano popolare (Chp). 

Per saperne di più:

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter