Se la Bibbia diventa una serie di poster minimal

Arte sacra moderna

Il progetto di Joseph Novak è semplice e ambizioso: creare una cover minimalista che sia in grado di interpretare ognuno dei tanti libri della Bibbia. Blasfemo? Tutt’altro. È solo una delle tante strade utilizzate dal Signore.

Novak è un pastore presbiteriano che si diverte a fare il graphic designer. Per lui i suoi disegni sono una “guida visiva” al libro dei libri, un modo per diffondere la parola di Dio, tutto sommato.

Se ci si pensa bene, è un compito molto difficile. Per rappresentare il libro di Giona, ad esempio, basta la silhouette di una balena con dentro un uomo. Ma per il Levitico? Per quello di Giobbe? In realtà il fatto che i disegni di Novak siano vaghi sono, per l’autore (Novak, non Dio), un vantaggio: spingono le persone a farsi domande e cercare interpretazioni, invitandole a leggere o rileggere i sacri testi.

Ad esempio date un’occhiata alla Genesi. Cosa significa? E perché? E i colori? Bene. Ora guardate anche gli altri, e meditate.

Le newsletter de Linkiesta

X

Un altro formidabile modo di approfondire l’attualità politica, economica, culturale italiana e internazionale.

Iscriviti alle newsletter